PALARUBANO, RUBANO – Dura un tempo, la Logimatic Group Ozzano, in Gara-1 del 1° turno playoff di Serie B Nazionale: la Pallacanestro Virtus Padova certifica la vittoria con il parziale del terzo quarto. Il suono dell’ultima sirena il tabellone dice 82-66 e dà appuntamento alla risposta biancorossa tra 48 ore, al PalaBerta ore 20.30, per Gara-2.

 Coach Conti opta per uno starting five composto da Bechi in tacca bassa, con Abega, Cortese, Bastone e Filippini.

 Scorre continua la partita nel primo quarto, con le due squadre che non sembrano risentire della delicatezza dell’incontro: due soli i falli quando sono passati 5’40” che vedono Ozzano perennemente in vantaggio. Dopo l’8-2 – soprattutto grazie alle due triple di uno scatenato Cortese – Padova inizia a prendere ritmo, rosicchiando le distanze fino al 12-12 e al seguente primo vantaggio veneto con i tre punti di Cecchinato (17-16). Nuovamente, il capitano biancorosso azzecca il terzo tiro dalla lunga distanza personale per il controsorpasso (19-17); Abega e Molinaro lo imitano, mettendo in mostra una caratteristica insolita per due squadre che in regular season giravano sul 30% dalla lunga distanza. 4/10 per gli ospiti, 3/6 per i padroni di casa dopo 10’ che vedono quest’ultimi davanti di tre lunghezze.

 A inizio secondo quarto, Ozzano mette le cose a posto con un parziale di 4-0; Padova, assestati i colpi, pareggia il mini-punteggio e si riporta sul +3 (31-28) quando coach Conti chiama time-out. Che non spariglia le carte: la Virtus mantiene il comando dei giochi come aveva fatto Ozzano nel primo quarto, senza riuscire a scappare. Le medie da tre crollano per entrambe, come i New Flying Balls quando devono affrontare il primo momento complicato della serie. L’infortunio di Filippini pesa dal punto di vista mentale per il gruppo, e quando i padroni di casa provano la fuga sul +5 (41-36), coach Conti tenta di mettere un’altra pezza con il secondo time-out della frazione. Nemmeno il tempo di dimenticare lo stop di Filippini che Bastone si accascia dopo uno scontro: entrambi ritornano in spogliatoio, dopo i 20’, sulle loro gambe, ma Padova ne approfitta ancora una volta per chiudere sul +5 (45-40).

 Fortunatamente, per entrambi non è momentaneamente nulla di grave: coach Conti li inserisce nel quintetto che torna in campo riaccendendo la disputa che costringe Ozzano a inseguire. Antelli-Checchinato-Ferrari – quest’ultimi due in doppia cifra – siglano il secondo mini-strappo in favore veneto (51-44), la terza tripla del solito Cecchinato vale il +12 (56-44) e il match si riaccende. Colpo su colpo, Cortese conferma sempre più la sua leadership sottocanestro (19 punti in 24’), ma Padova ormai ha il piede sull’acceleratore. La squadra di De Nicolao raggiunge anche il +15 (64-49), ed è una distanza che caratterizza i minuti finali del terzo quarto. La Logimatic abbassa la sua percentuale di realizzazione a 40.7%, la Virtus inizia a porre le basi per la prima vittoria con il +17 che apre gli ultimi 10’.

 Osellieri sigla la settima tripla della serata padovana, cominciando a giocare poi con il cronometro: Cortese e compagni devono solo iniziare a limitare i danni, sperando di ritrovare al 100% sia Filippini che Bastone già a partire da lunedì.

 Top scorer: Cortese e Cecchinato, 20 punti

 TABELLINO

Pallacanestro Virtus Padova vs Logimatic Group Ozzano 82-66 (27-24; 45-40; 70-53)

Logimatic Group Ozzano: Myers, Bechi 4, Bastone 17, Zambianchi n.e., Martini 6, Terzi, Filippini 2, Cortese 20, Balducci, Piazza 3, Abega 14, Zanasi n.e. Coach: Conti

Virtus Pallacanestro Padova: Cecchinato 20, Schiavon, Molinaro 17, Cagliani n.e., Padovani n.e., Osellieri 3, Ferrari 12, Scanzi 14, Marchet n.e., Bianconi 9, Antelli 7, Bedin n.e. Coach: De Nicolao

Arbitri: Suriano e Turello

Note: 1Q 27-24; 2Q 18-16; 3Q 25-13; 4Q 12-13

"Nel bosco non solo mirtilli": in diretta su Twitch
Gameday: la Virtus oggi contro Trento per il primo posto