BAYERN MONACO - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 90-76 (20-28, 44-46; 70-66)

Brutta sconfitta per la Virtus, che cade a Monaco dopo aver illuso per 15’. A casa di un Bayern con tre assenze pesanti – il lungodegente Lucic, Obst e soprattutto Bolmaro – la Segafredo è partita forte e per un quarto e mezzo ha controllato la partita, arrivando a +14 e dando l’impressione di poterla chiudere. Poi è salito in cattedra l’eterno Serge Ibaka (24+13), che ha preso letteralmente di peso i suoi e li ha rimessi in partita, anche psicologicamente. Il terzo quarto è stato ancora equilibrato, ma piano piano la Virtus si è sciolta, subendo oltremodo a rimbalzo e cedendo poi seccamente nell’ultimo quarto, quando le energie sono finite e la difesa è peggiorata molto rapidamente. Per dare un’idea dell’andamento della partita basta una cifra sola: 28 punti segnati nel primo quarto, 48 nei rimanenti 30 minuti. Il rimpianto – se c’è – sta qui. 

Davvero ottima la prova di Belinelli (22 e 3/6 da tre), mentre per la prima volta in stagione Shengelia è apparso in difficoltà, contro un avversario di livello altissimo.

Cronaca: La Virtus parte subito forte, prima 2-7 e poi 6-11. Smith – partito in quintetto - mette male una caviglia dopo una tripla a segno e Cordinier deve entrare anzitempo. Belinelli si accende contro Bonga, prima tripla poi fallo subito e liberi. Il nazionale tedesco in attacco si fa valere, ma con Shengelia la Segafredo prova l’allungo: 20-28 al primo stop, con 9 di Belinelli e 8 di Shengelia.

La Segafredo arriva a +12 (20-32) in apertura di secondo quarto, con grande impatto di Mickey su entrambi i lati del campo. Il Bayern – a parte Ibaka che predica nel deserto – gioca malissimo, le Vu Nere invece benissimo, con grande aggressività. Dunston è su ogni pallone e firma il +14 (23-37), poi c’è un calo bianconero, complici un paio di sanguinose perse di Smith. Spingono Bonga, ma soprattutto un immenso Ibaka (15+5 a metà), e a metà il vantaggio bianconero è minimo: 44-46.

Si riparte e arriva subito il pareggio dei padroni di casa, che poi mettono anche il naso avanti. Belinelli c’è, Ibaka anche. Il duello a distanza tra i due veterani regala spettacolo. Banchi prova Cacok, che ha discreto impatto attacco e in difesa. Il finale di quarto però è tutto del Bayern, che con le penetrazioni di Edwards e Francisco al 30’ è avanti 70-66.

Ultimo quarto: Bayern subito a +6. Ibaka riposa, ma la Segafredo ha grossi problemi difensivi sugli esterni, e per i padroni di casa arrivano tiri ad alta percentuale. Francisco firma il +10 (81-71), e sostanzialmente finisce qui, perché le Vu Nere non ne hanno più, fisicamente e psicologicamente. Il Bayern dilaga, arrivando anche a +15. Alla fine c’è qualche storia tesa tra Hackett ed Edwards, ma i buoi sono ampiamente scappati. Finisce 90-76, con canestro finale di Ibaka, MVP indiscusso.

BAYERN MONACO - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 90-76 (20-28, 44-46; 70-66)

Monaco: Weiler-Babb 8; Francisco 13; Edwards 12; Weidemann 0; Giffey 4; Bonga 10; Wimberg 0; Brankovic 7; Kharchenkov NE; Booker 12; Gillespie 0. All Laso

Bologna: Cordinier 5; Lundberg 3; Belinelli 22; Pajola 3; Smith 3; Dobric 2; Cacok 2; Shengelia 15; Hackett 6; Mickey 5; Dunston 10; Abass NE. All. Banchi

Oggi su Rete8 qsvs (canale 81 del dtt) "Basket Land", alle ore 22.45
Le formazioni di Bayern-Virtus. Tre assenze per Laso