(Foto Valentino Orsini - Fortitudo Pallacanestro 103)
(Foto Valentino Orsini - Fortitudo Pallacanestro 103)

La cosa che va ricordata, prima di tutto, è che domenica non termina una fase, una stagione o quel che è: semplicemente, è un passaggio in attesa di altre 10 partite che poi porteranno all'inizio dei playoff. Importante, visto che l'anno scorso - allora sì - ci fu un reset dei punti prima di una strana formula con nuove classifiche. No: è solo una tappa, la cui unica conseguenza è la definizione di chi farà la Coppa Italia, con quali incroci, e casomai quale sarà il calendario delle successive 10 gare. Fine. Ergo, anche Verona sarà solo uno step in attesa di quel che sarà, per la Fortitudo che ha già raggiunto il suo obiettivo (arrivare dentro le 8, anche se forse ora sarebbe cosa buona e giusta rivedere le aspettative) e che porta meritatamente a casa una Final Four. L'ulitma volta fu nel 2020 in serie A, quando si partì a 8 ma comunque l'ingresso nelle 4 fu conquistato per la Coppa Italia dell'epoca.

Settimana con meno drammi per il mercato, perchè qua siamo fatti così: quando si vince si sopporta tutto, le poche volte in cui si perde sembra che se non arrivino il giorno stesso altri due giocatori è già tanto se non si retrocede di botto. Lo sappiamo: la panchina va bene ora che si gioca una volta alla settimana e i trentatrellisti del minutaggio hanno il tempo per recuperare. Potrebbe essere un po' affannoso in caso di gare più frequenti. Se ne riparlerà, sapendo che la squadra ha/avrebbe bisogno di puntelli e non di rivoluzioni. E, soprattutto, di capire quale sia il reale obiettivo: promozione, o va bene andare fino a dove sarà senza urgenze?

Verona
Verona

Gli avversari

Verona, quindi. Unica a violare il Paladozza (curiosità, l'unica terra vergine è rimasta quella di Forlì) e solo questo basterebbe per cercare la vendetta sportiva, contro una squadra che ora è al quarto posto. Forse un po' sotto le aspettative di inzio stagione, ma in attesa di esserci quando ci sarà da battersi per la promozione. Ramagli ha una squadra che ha lasciato qualcosina per strada, intanto si gode i punti dell'esterno Devoe (16) e la buona difesa del lungo Murphy (13+8) che all'andata portò Ogden e Freeman alla peggiore della stagione. Ci sono gli ex giovanili Virtus Penna e Gazzotti, mentre è da poco rientrato l'esterno Massone, sempre utile alla causa.

Il programma

Si gioca domenica, ore 18, diretta LNP Pass e Nettuno Bologna Uno.

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
Sanguettoli, "E' la migliore annata nella carriera di Belinelli"