È stato un turno infrasettimanale da incorniciare, quello di stasera: quinta vittoria consecutiva per la Virtus Neupharma Imola che batte la Rucker San Vendemiano per 86-77 in un PalaRuggi “di fuoco”.

Cronaca

Coach Zappi sceglie Barattini, Magagnoli, Masciarelli, Aglio e Ohenhen nel quintetto iniziale. Privi di Morara e Chiappelli – forfait dell’ultimo minuto per lui, in panchina a onor di firma – oltre che dell’ultimo arrivato Redikas, i gialloneri subiscono un parziale di 6-0 stoppato grazie alla tripla di Barattini, dimezzando lo svantaggio. Altro giro, altro round: i veneti riaprono un altro mini-parziale di 5-0 a cui mette un punto fermo il canestro dai 6.75 metri di capitan Aglio (6-11). Può essere il turning-point del primo quarto: i ragazzi di coach Zappi si portano a ridosso di quelli di Carrea, a metà frazione il tabellone dice 14-16. La mole di punti inizia a rallentare subito dopo, con la Virtus che rimane in scia (a 2’ dalla sirena dista ancora due punti, nel 18-20), quando il palcoscenico se lo prende il “bonus” in favore Rucker. 4/6 per gli ospiti, che chiudono sul +4 (20-24), dimostratisi molto meno precisi da tre rispetto alla scorsa uscita contro Ozzano: 2/9.

Proprio in questo modo apre la seconda frazione Morina, suggerendo ad Alberti (1/2 ai liberi) il primo punto di contatto con San Vendemiano (24-24). Lo stesso numero 22 si ripete un minuto dopo, quando subisce fallo in seguito al canestro, pareggiando la tripla di Vettori (27-27), mentre il primo vantaggio giallonero è a firma di Magagnoli. Una ventata d’aria fresca che sembra durare poco, la Rucker rispedisce i padroni di casa a -3 (29-32); Magagnoli ha idee diverse, riporta in “patta” la sfida sul 32-32 a 5’ dal rientro negli spogliatoi. Almeno, fino a quando non decide Perin, cecchino dalla distanza con 4/7, che insieme a Vettori e Gluditis portano San Vendemiano a sorridere sul +7 (50-43) e permettono di rientrare nei ranghi dai 6.75 metri.

Il rientro in campo è praticamente perfetto da parte virtussina: per poco più di quattro minuti, la Rucker non va a segno; i gialloneri, invece, spingono sull’acceleratore, recuperano lo svantaggio e addirittura vanno sul +6 (56-52). I ragazzi di Carrea sono in confusione, Masciarelli recupera palla a metà campo, va in percussione e mette altra carne sul fuoco, che comporta il “tecnico” fischiato proprio a Carrea dopo le lamentele per un fallo non ravvisato. Il canestro di Imola è “stregato”, merito anche di una difesa lucchettata; dall’altra parte, Aglio mette la “bomba” del 64-52 e sale a 15 punti personali. Il copione di San Vendemiano è chiaro: sono 30 i tiri dalla linea più lontana, 13 quelli riusciti, ma quelli più pesanti sono gli ultimi due di Vettori che costringono coach Zappi al time-out sul 66-61. Ma, ancora una volta, la Virtus risponde da grande squadra: Barattini è un cecchino da tre, Morina recupera palla e vola in contropiede per il +10 a 10’ dalla quinta vittoria consecutiva.

Che Imola si deve sudare: la Rucker, a metà frazione, ha più che dimezzato lo svantaggio (75-71), senza fare i conti con Barattini, capace di arrivare a 20 punti personali. A 2’ dalla fine, Gluditis rimanda i suoi sul -4 (79-75), mentre Masciarelli è da urlo per l’84-77 a 40” che fanno impazzire il PalaRuggi.

Prossimo appuntamento Sabato 27 gennaio 2024 in casa della Logimatic Group Ozzano.

 

TABELLINO


Virtus Neupharma Imola-Rucker San Vendemiano 86-77 (20-24; 43-50; 71-61)

Virtus Neupharma Imola: Masciarelli 11, Dalpozzo 2, Aglio 15, Morara, Magagnoli 12, Morina 7, Chiappelli n.e., Alberti 4, Barattini 22, Ohenhen 13, Vannini n.e. Coach: Zappi

Rucker San Vendemiano: Zacchigna 6, Chiumenti, Gobbo n.e., Oxilia 6, Gluditis 23, Vettori 12, Perin 14, Dalla Cia n.e., Cacace 11, Calbini 5. Coach: Carrea

Arbitri: Lanciotti di Porto San Giorgio (FM) ed Esposito di San Benedetto del Tronto (AP)
Note: 1Q 20-24; 2Q 23-26; 3Q 28-11; 4Q 15-16

Oggi "Euromario", il martedì alle 18 su Radio Basket Italia
Bologna Basket 2016 sconfitto da Olimpia Castello: 63-55