(Foto Valentino Orsini - Fortitudo Pallacanestro 103)
(Foto Valentino Orsini - Fortitudo Pallacanestro 103)

Matteo Fantinelli è stato sentito da Filippo Mazzoni per il Carlino Bologna. Un estratto dell'intervista.

 

La sfida con Cento

Ci siamo incontrati diverse volte, sappiamo che sarà dura. Già prima erano una squadra tosta, specie in casa dove giocano in un campo caldissimo, adesso lo sono ancora di più con l'inserimento di Delfino. Cento vorrà dare continuità ai risultati dopo la vittoria di Nardò, noi vogliamo mantenere il primo posto in classifica.

Obiettivi

Non facciamo calcoli, pensiamo una partita per volta con l'obiettivo di vincere, anche perché ovviamente i risultati che facciamo ce li portiamo dietro nella fase a orologio, quindi dobbiamo dare continuità ai risultati ma anche crescere e migliorare ancora. La Coppa Italia? Onestamente a 3 giornate dalla fine sarebbe una bugia non pensarci e non volerci arrivare; logicamente ci siamo e vogliamo provarci fino alla fine. La promozione? Sulla carta ci sono squadre più attrezzate, ma noi continuiamo a lavorare sodo in allenamento in settimana convinti che così i risultati arriveranno. Certo riuscire ad avere il fattore campo nei playoff sarebbe importante: nessuno vuol venire a giocare al PalaDozza, ma intanto pensiamo solo alla prossima sfida.

Il rapporto con il coach

Ha portato attenzione ai particolari e ha dato nuovi stimoli, è bello lavorare così. I minutaggi? Io mi limito a giocare, ma devo ancora trovare un giocatore che si lamenta perché gioca troppo. In ogni caso 5' in più o in meno non fa differenza, l'importante è, e rimane, solo il bene della squadra, e l'apporto che tutti stanno dando facendosi trovare pronti.

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Mannion, "Varese non è un passo indietro, con la Virtus vogliamo vincere"