Uno degli sport che avranno maggiore visibilità durante le prossime Olimpiadi di Parigi è senza dubbio il basket con il torneo che vedrà la partecipazione di formazioni di tutti i 4 continenti per un totale di 12 squadre sia in campo femminile che in campo maschile. L’inizio della manifestazione è previsto per il 27 luglio, e la finale per l’11 agosto. La sede delle gare nella fase eliminatoria sarà il Pierre Mauroy Stadium di Lille, mentre per quanto riguarda la fase finale le gare si sposteranno a Parigi, ospitate nella Bercy Arena. I campioni in carica sono gli Stati Uniti, che vinsero l’oro nell’edizione di Tokyo, e che anche in questa edizione si presenteranno con un "dream team". Ecco una panoramica sulle formazioni qualificate che può rappresentare un aiuto importante per chi visita uno dei siti di scommesse sul basket.

Le partecipanti ai gironi eliminatori a Parigi


Delle dodici partecipanti ai giochi olimpici un posto è riservato alla Francia come paese ospitante, mentre altri sette sono stati assegnati durante l’ultima edizione dei campionati mondiali, svolti a Manila tra fine agosto ed inizio settembre del 2023. Due le formazioni europee, Germania e Serbia, altrettante quelle americane, Stati Uniti e Canada, una asiatica, il Giappone, una dell’emisfero australe, l’Australia, ed una africana, il Sud Sudan. Restano ancora da assegnare 4 posti che si contenderanno 24 formazioni suddivise in 4 gironi da 6 squadre, formati in base al ranking, senza limitazioni di continenti in quanto ogni continente ha già almeno una formazione tra quelle ammesse.

L’attuale situazione dell’Italia


La nazionale azzurra per prendere parte alle Olimpiadi di Parigi deve qualificarsi attraverso uno dei 4 tornei preolimpici. La formazione guidata da coach Pozzecco sarà impegnata nel torneo di San Juan, in Portorico, nel quale si troverà di fronte, oltre ai padroni di casa anche il Bahrain. Passato questo turno si giocheranno le semifinali e le finali contro le squadre dell’altro gruppo impegnato sempre in Portorico, che comprende la nazionale lituana, il Messico e la Costa d’Avorio. Per Pozzecco ed i suoi ragazzi l’ostacolo maggiore nella prima fase sarà la nazionale di casa, mentre successivamente la nazionale baltica che vuole fortemente raggiungere Parigi. Le gare di qualificazione sono in programma dal 2 al 7 luglio e questo non consente di conoscere i veri valori del gruppo che si ritroverà per la preparazione dell’evento. L’unica certezza è quella della non partecipazione di Gabriele Procida, in quanto il giocatore ex Cantù, che stava giocando in Eurolega con i tedeschi dell’Alba Berlino, è stato operato al tendine rotuleo con una prognosi di 4 mesi di stop prima di poter rientrare a giocare. L’Italia giocherà la sua prima gara il 2 luglio contro il Bahrein, e la seconda il 5 luglio contro i padroni ci casa del Portorico. Le eventuali semifinali e finale sono in programma il 6 ed il 7 luglio. 

Gli altri tornei preolimpici


Oltre a quello di San Juan di Portorico, negli stessi giorni si disputeranno anche altri tre tornei di qualificazione. Tutti sono in programma in Europa, a Riga, Valencia e Atene. Nel primo, ospitato nella città lettone, oltre ai padroni di casa della Lettonia saranno impegnate le formazioni della Georgia, delle Filippine, del Brasile, del Camerun e del Montenegro. Nella città spagnola oltre alla formazione guidata da Scariolo, scenderanno sul parquet anche le rappresentative di Libano, Angola, Finlandia, Polonia e Bahamas, mentre al Pireo di Atene, i padroni di casa della Grecia se la dovranno vedere con Slovenia, Croazia, Nuova Zelanda, Egitto e Repubblica Dominicana, in quello che è forse il raggruppamento più forte tra quelli del preolimpico. In caso di passaggio del turno la nazionale azzurra di basket a Parigi sarà inserita in un girone di ferro, il C, che vede la presenza dei campioni in carica degli Stati Uniti, vincitori delle ultime 4 edizioni dei giochi, della Serbia e del Sud Sudan, nazione emergente africana, capace di qualificarsi direttamente durante gli ultimi mondiali. 

La formula delle Olimpiadi di Parigi


Le dodici squadre che partecipano alle Olimpiadi sono suddivise in tre gironi, al termine dei quali sono promosse alla fase successiva, i quarti di finale, le prime due classificate di ognuno dei gironi e le due migliori terze. Da quel momento la formula sarà quella tipica del tabellone tennistico. Detto del girone di ferro dell’Italia, nel girone A, l’Australia e il Canada, attendono le vincitrici dei tornei preolimpici di Valencia e Atene, mentre il girone B che vede già qualificati i padroni di casa della Francia, la Germania, vincitrice dell’ultima edizione del mondiale, ed il Giappone, sarà completato dalla formazione che uscirà vincitrice dal preolimpico di Riga. La fase a gironi inizierà il 27 luglio e si concluderà il 3 agosto, mentre le date successive sono quelle del 6 agosto, quando si giocheranno i quarti di finale, dell’8 agosto con la disputa delle semifinali, e del 10 agosto, quando saranno in palio nelle due finali le medaglie d’oro, argento e bronzo. 

Le favorite per il torneo olimpico di Parigi


Nelle partite che si disputeranno durante il torneo olimpico di Parigi vedremo in campo molte delle stelle del campionato NBA, non soltanto nelle file della squadra americana, ma anche nelle altre come ad esempio il Canada che può schierare talenti come Shai Gilgeous-Alexander e Jamal Murray, la Serbia di Nikola Jokic, vincitore lo scorso anno del premio MVP in NBA, Micic e Bogdanovic, la stessa Francia padrona di casa con il super talento Victor Wembanyama, scelto da San Antonio nell’ultimo draft con il numero 1. Nelle sfide di Parigi, oltre a Gianmarco Pozzecco, allenatore del team azzurro, potrebbero essere presenti anche altri due allenatori italiani, Sergio Scariolo, storico coach della nazionale spagnola, e Luca Banchi, attuale allenatore della Virtus, subentrato proprio a Scariolo, ed allenatore anche della formazione lettone che così bene si è comportata nell'ultimo mondiale. naturalmente la favorita numero 1 resta la formazione statunitense che può schierare 12 superstar assolute ma qualche sorpresa potrebbe anche scaturire nel corso del torneo.

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Halftime: Baskonia Vitoria - Virtus Segafredo Bologna 41-41