(Foto Pall.Orzinuovi)
(Foto Pall.Orzinuovi)

Pietro Aradori è stato ospite di Raiplaysound.

Sembra che la Fortitudo faccia più fatica con le piccole che non con le grandi, specie in trasferta. “Forse capita che affrontando la prima in classifica sei più stimolato, specie sui campi di chi non deve retrocedere”

Cosa ha portato Caja nella vostra e tua rinascita? “Una pallacanestro molto pulita e idee molto chiare. Io mi trovo molto bene, non è che dovessi rinascere, anche negli anni scorsi facevo il mio ma quando perdi tutto viene visto diversamente, e peggio rispetto a quando sei primo in classifica”

Sei in ottime condizioni fisiche. “Mi sento meglio rispetto a 4-5 anni fa, poi quando vinci va tutto bene”

C'è un momento, nella stagione, in cui capisci che può diventare speciale? “Sì, tante volte mi è successo. In questa stagione ogni domenica, specie quando affrontiamo squadre costruite per vincere, è una sorpresa. E piano piano che le cose vanno avanti vogliamo restare lì davanti, e battere i favoriti ci dà maggiore consapevolezza”

Per Bologna è un anno magico. “La città è sempre la stessa, c'è sempre la stessa passione”

Oggi su Rete8 qsvs (canale 81 del dtt) "Basket Land", alle ore 22.45
Eurolega, il calendario della ventunesima giornata