VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA

Cordinier voto 6.5 – Non gli entra il tiro da tre, ma fa tante cose utili. Attacca il ferro con belle penetrazioni, 8 rimbalzi, grinta e anche difesa su Campazzo, con il quale ha anche qualche screzio. Partita di grande grinta, finita anzitempo per la somma di tecnico e antisportivo.  

Lundberg voto 5 – La doppia cifra c’è, ma in assenza di Hackett sarebbe forse servita maggiore regia. Una sanguinosa palla persa nell’ultimo quarto ferma il tentativo di rimonta bianconero e dà il via alla cavalcata finale di Campazzo.   

Belinelli voto 6 – La difesa di Madrid – Abalde in particolare – gli dedica un trattamento speciale. Il tiro da tre non gli entra (ed è in buona compagnia), quindi si dedica ai compagni con 5 assist, e nel terzo quarto trova un paio di canestri da vicino.  

Pajola voto 6 – Premiato per la partita numero 400 in maglia Virtus, parte titolare ma ha subito problemi di falli. Meglio successivamente, la grinta non manca mai, stasera sarebbe servito qualche canestro in più. Tira solo 2 volte.  

Dobric voto 5.5 – Un paio di buoni sprazzi, che però non bastano. A fine partita Banchi dirà che sta ancora giocando sul dolore.

Lomazs voto NG  – Breve apparizione nel secondo quarto, in cui affronta un “mostro sacro” come Llull.

Shengelia voto 4.5 – Il grande assente della partita. Yabusele lo cancella dal campo nel primo tempo, nel secondo prova a scuotersi ma fa davvero fatica contro la difesa avversaria.  

Mickey voto 6.5 – Ultimo quarto di grandissima grinta, sul tentativo di rimonta bianconero c’è soprattutto la sua firma. Funziona molto bene nel quintetto con Polonara.

Polonara voto 6 – Entra nel terzo quarto al posto di uno spento Shengelia, e dà parecchia grinta. Accoppiato con Mickey funziona.

Zizic voto 6 – Bravo a sfruttare i palloni che gli arrivano, soprattutto in un momento in cui l’attacco fa davvero fatica. Con lui in campo l’attacco bianconero sembra più fermo, però. 

Dunston voto 6 – Appena 7’ in campo, e nemmeno male: 4+4 e giocate decisamente intelligenti. 

Abass voto 5.5  – Sei minuti in cui non incide particolarmente. 

Sala stampa, a cura di Marco Bogoni

Le parole di Luca BanchiPer vincere qui devi fare una grande partita. E il Real Madrid hanno fatto una grandissima partita, una delle loro migliori in Eurolega. Sono stati precisissimi da oltre l’arco oltre ad essere molto aggressivi e fisici. Sono contento dei miei ragazzi per come hanno giocato, sono stati degni di questo livello e hanno ottenuto il rispetto degli avversari. Vanno applauditi per l’ennesimo sforzo che hanno fatto. Siamo stati penalizzati dalle percentuale da tre punti, è l’unico rammarico. Abbiamo attaccato molto bene il ferro nonostante la loro stazza, ma per vincere contro il Real Madrid devi tirare benissimo anche da lontano. Loro invece sono stati bravi a trovare canestri da tre punti allo scadere dei ventiquattro secondi con Yabusele, Musa, Llull ed Hezonja. Il basket moderno è questo, non puoi prescindere dal tiro da tre punti. Dobric sta giocando con il dolore, me ne accorgo. E’ un giocatore che fa della mobilità una delle sue qualità, speriamo che con il tempo possa progredire e migliorare. Cordinier ha fatto una grandissima prestazione, ha lottato in difesa e in attacco è stato coraggioso ed efficace nell’avvicinarsi al ferro contro questo tipo di avversari.

Le parole di Chus Mateo – La Virtus è una squadra forte, ricca di buoni giocatori che sta lottando per i playoff, e abbiamo affrontato la partita con la giusta mentalità. Abbiamo giocato molto bene in difesa, soprattutto nella prima parte della partita. Venivamo da tre sconfitte consecutive in Eurolega, volevamo tornare a vincere e siamo stati bravi a farcela. Dobbiamo lavorare sodo e lottare fino alla fine per arrivare in fondo a questa competizione. Abbiamo marcato molto bene Belinelli e Shengelia, lo abbiamo fatto di squadra, non voglio citare un nostro giocatore in particolare.

Il video, grazie a Sportpress

 

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Halftime: Virtus Segafredo - Real Madrid 31-44