Le parole di coach Matteo Mecacci alla vigilia del match Allianz Pazienza San Severo-Tramec Cento, che si disputerà al Palazzetto S.Giuseppe da Copertino sabato 11 febbraio alle 20:45 valido per la 24esima giornata di campionato.

“La scorsa settimana è servita di scarico, non è mai bello spezzare la routine ma era necessario per recuperare al meglio tutti i ragazzi. Fino ad oggi la settimana ci ha permesso di lavorare sempre al completo, ci stiamo preparando in maniera molto intensa e seria per la trasferta di San Severo. Se Ferrara viene estromessa dal campionato, come purtroppo sarà, Cento ha già raggiunto matematicamente le prime tre posizioni del campionato. Come sappiamo nella fase a orologio si riparte portandosi dietro i punti degli scontri diretti, è chiaro che l’unico scontro diretto da qui alla fine è la partita con Pistoia, sia per noi che per loro.

Per la partita con San Severo le strade sono due: o entrambe le squadre non danno importanza a questa partita, e non credo che accadrà, oppure ci troveremo di fronte una squadra che si sta preparando mentalmente e fisicamente per la seconda fase dove si dovranno giocare la salvezza. Sappiamo che San Severo è un campo difficile, molto caloroso, la squadra è leggermente cambiata rispetto all’andata: non giocò Fabi, uno dei loro più importanti terminali offensivi, hanno aggiunto Raivio da Forlì e Tortu da Rieti. San Severo gioca una pallacanestro molto aggressiva con Daniel, Bogliardi è un giocatore di indubbio talento, Lupusor e Tortu sono ali pericolose. Sicuramente ci vorranno mettere in difficoltà, noi dobbiamo ripartire dalla difesa, dobbiamo ritrovare la capacità di condivisione ed efficacia offensiva all’interno del nostro sistema. Andiamo a San Severo per ripartire, consapevoli che da ora inizieranno i mesi più difficili ma più belli dell’anno.”

 

 

 

 

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
IL BASKET IN ITALIA: TRA CANESTRI E SCOMMESSE SPORTIVE