(Foto Mauro Donati)
(Foto Mauro Donati)

La copia di mille riassunti. Ah, l'avevamo scritto già per il prepartita della settimana scorsa? Vero, ma intanto è arrivata l'ennesima vittoria, tutto sommato nemmeno tanto diversa come trama rispetto ad altre recenti trasferte, c'è un primo posto in classifica che permane e che potrebbe restare immutato da qui alla fine della regular (conta poco, meglio magari pensare ad essere nelle prime due per festeggiare il non atteso biglietto per le Final Four), c'è l'esaltazione collettiva, ci sono perfino buone nuove dalla panca, stavolta i lunghi. Al punto da pensare che i pregara dovrebbero scriversi da soli, e sicuramente meglio così ragionando sul classico concetto del nessuna nuova buona nuova. Quindi vengono sovradimensionate piccole cose, o meglio cose che sono piccole adesso, domani chissà: si è parlato di Woldetensae, e il contemporaneo NE sia del giocatore di Varese che, se vogliamo di Conti dalle nostre parti (non era mai successo, ndr) può aver fatto pensare ad una connessione tra le due cose. Ci si ripenserà, ok? Anche perchè sul giocatore ci sono altre società, Treviso in primis. Che fa la A1.

Comunque, riassumendo: alla Fortitudo mancano tre giornate alla fine del girone di ritorno, poi ci saranno 10 partite di orologio, incrociando le armi con le squadre dell'altra parte, dopodiche si faranno playoff. Si portano con sè i punti di queste 22 giornate (pare banale, ma se qualcuno si è posto la domanda vuol dire che banale non lo è, è anche vero che l'anno scorso la formula era diversa), poi come cantava Tiziana Rivale, Sarà quel che sarà. Per ora stanno tutti bene, sono tutti contenti, sia in campo che dietro le scrivanie che sugli spalti.
 

Cento
Sella Cento

L'avversaria

Cento, quindi. Dopo i fuochi d'artificio della passata stagione quest'anno il risveglio è stato un po' duro, e la squadra si trova nella necessità di dover recuperare qualcosa in classifica per evitare playout e declassamenti. Gli alti e bassi della provincia, si potrebbe dire, mentre di recente è stata confermata la fiducia a Mecacci e magari si spera di aggiustare qualcosa, specie in difesa. E' appena arrivata una vittoria in casa di Nardò, ora i centesi cercheranno di mettere a posto le cose anche a domicilio, dove sono arrivate 6 sconfitte in 9 gare (meglio fuori, 4-6). E' arrivato da poco Carlos Delfino (21' e 5 di media), mentre molto passa dalle lune di Archie (12) e dal non sempre a posto fisicamente Mitchell, esterno arrivato al posto del tiratore Sabin. Altrimenti spazio agli italiani: i 16 di Mussini, gli 11 dell'ex Palumbo, e recriminazioni per lunghi infortuni avvenuti nel passato.

Il programma

Si gioca domenica, ore 18, diretta LNP Pass e Nettuno Bologna Uno.

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Questo pomeriggio a "Vitamina Effe" ospite Maurizio Gentilini