Secondo una ricerca di StageUp, l’organizzazione del Campionato di Basket Serie A 2023/24 e le attività connesse all’Evento realizzate da Lega Basket e dai 16 Club associati hanno creato una spinta all’economia italiana, in termini diretti, indiretti, e indotti pari a € 656.964.000.

La ricerca è stata condotta da StageUp in 2 fasi.

Nella 1^ fase, attraverso indagini sia sugli interessati al Campionato, sia sul management di Lega Basket e Club, è stato quantificato l’impatto diretto ottenuto sia attraverso follower e fan dell’Evento (cosiddetto B2C, Business to Consumer) sia grazie alle aziende (B2B, Business to Business). Nello specifico:

  • la proiezione B2C ha riguardato i ricavi indotti sul sistema economico nazionale generati dagli interessati al Campionato e dai tifosi dei Club in ragione dello svolgimento del Campionato come, ad esempio, i consumi per ticketing, ristorazione, merchandising, abbonamenti a servizi di streaming o per scommesse. Complessivamente l’impatto B2C è stato stimato in € 189,4 milioni;
  • la proiezione B2B fa invece riferimento ai ricavi indotti sull’economia italiana grazie alla commercializzazione di opportunità per le imprese connesse alla presenza del Campionato, come le sponsorizzazioni, le licenze per i diritti audiovisivi, gli altri servizi costruiti per le aziende. Complessivamente l’impatto B2B è stimato in € 95 milioni.

Nella 2^ fase è stato elaborato l’indotto complessivo generato sul Paese dall’Evento, grazie all’applicazione del moltiplicatore keynesiano che ha permesso di quantificare l’impatto indiretto (generato, ad esempio, sui fornitori necessari per l’apertura dei palasport e la gestione spettacolistica delle partite) e indotto (ovvero riconducibile al cambiamento dei livelli di reddito e spesa dei lavoratori coinvolti) che ha permesso di stimare l’impatto economico complessivo in € 656.9 mln.

Occorre sottolineare che lo studio si focalizza sui soli ritorni di natura economica non considerando volutamente gli importanti ritorni comunicazionali che un Evento di questa portata consente verso i partner e i territori ospitanti i Club.

“Il basket ha da sempre avuto un ruolo importante nell’economia del nostro Paese - afferma Umberto Gandini, Presidente della Lega Basket Serie A - introducendo modelli di business in grado di produrre benefici ad entrambi i mondi, sportivo ed economico: mi riferisco ad esempio alla introduzione delle sponsorizzazioni delle squadre e dei suoi Eventi. Questo accade grazie alla capacità dei nostri club di mantenersi sempre al passo con i tempi, ripartendo da momenti difficili con grandi sforzi, come hanno saputo fare in questi anni dopo le stagioni contrassegnate dal Covid. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: gli spettatori sono aumentati, toccando livelli di affluenza mai visti dagli anni ’90; è cresciuto lo spettacolo nei palasport e la maggiore competitività ha portato ad una crescita generale del nostro livello in Europa. Ora per consolidare questo sviluppo e continuare a svolgere in pieno il proprio ruolo è necessario che si ponga concretamente mano al problema degli impianti, la cui inadeguatezza rischia di diventare un freno ad una ulteriore crescita del nostro sport”.

“I Campionati di vertice se ben gestiti – afferma Giovanni Palazzi, Presidente StageUp - rappresentano un eccellente attivatore economico e sociale per il Sistema Paese: promuovono lo sport, sono un volano per lo sviluppo, contribuiscono alla crescita del Pil, favoriscono il miglioramento delle infrastrutture sportive. Il Campionato di Basket di Serie A si conferma anche in questo caso come evento di vertice: l’indotto monetario generato sul Paese è 5,5 volte il fatturato aggregato dei 16 Club partecipanti. Il tutto senza considerare gli importanti ritorni comunicazionali che il Campionato induce verso i partner e i territori ospitanti i Club, che non sono stati analizzati".

Oggi "Euromario" su Radio Basket Italia
Fortitudo, Devis Cagnardi favorito per la panchina