EA7 OLIMPIA MILANO – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 81-78 (29-25, 46-44; 62-59)

Sempre vicina, ma non è bastato per vincere. La Virtus gioca in maniera assolutamente gagliarda, ma esce sconfitta da gara 3 a Milano, ed è nuovamente spalle al muro. E’ stata una partita equilibratissima, con distacchi sempre contenuti. Milano però ha condotto praticamente sempre, e nel finale – quando la Segafredo aveva messo il naso avanti – è stata brava a riprendere vantaggio prima con Napier e poi con Shields. La Segafredo però ha sempre risposto, ed è arrivata a contatto alle ultime azioni. Dopo una rimessa contestata, con gli arbitri che inizialmente avevano dato la palla alla Virtus ma poi hanno cambiato idea, è stato Mirotic – stasera davvero ottimo - a firmare dalla lunetta il +3 a dodici secondi dalla fine. Messina ha scelto di non fare fallo e le Vu Nere hanno avuto due volte il tiro del pareggio. Prima Lundberg è stato stoppato da Melli, poi Belinelli ha sbagliato. E allora, 2-1 Olimpia, e giovedì ultima spiaggia per la Virtus.

Cronaca: il primo quarto è equilibrato e veloce. Gli attacchi prevalgono decisamente sulle difese, e il finale è a suon di triple: Flaccadori-Lundberg-Hall e il punteggio è 29-25.

Lundberg e Abass hanno impatto: dietro però la Segafredo fa fatica, e Milano prova il primo break: 41-34. Belinelli e Mickey provano a rispondere, e una tripla di Pajola sulla sirena fissa il risultato sul 46-44 a metà.

Si riparte e l’equilibrio non si spezza, nonostante qualche danno sparso di Cordinier. Il finale di quarto è abbastanza confusionario, il più lucido è nettamente Pajola, che prima segna, poi serve Mickey per l’ultima azione del periodo: 62-59 al 30’.

Ultimo quarto: c’è il primo vantaggio bianconero sull’asse Hackett-Dunston. Poi però sale in cattedra Napier, che praticamente da solo riporta i suoi al +6 (71-65). Rispondono Abass e Lundberg, ma Shields crea ancora un break, 75-70. Mickey firma il nuovo -3 dopo un rimbalzo offensivo, ma Melli dall’altra parte prende un rimbalzo chiave, e Mirotic segna i liberi del nuovo +5. Ma i bianconeri tornano sotto, prima con Mickey e poi con Shengelia. Shields sbaglia a 15”, ma ancora una volta il rimbalzo è milanese, di Mirotic, con infrazione di piede fischiata a Bologna e parecchie contestazioni, dato che la rimessa pareva bianconera, come Banchi dirà nel dopo gara. Il fallo sistematico bianconero è sull’ex Barcellona, che non trema: 81-78. Milano non fa fallo, Lundberg ha il tiro da tre ma viene stoppato da Melli, la riprende Belinelli che ha tutto sommato un buon tiro ma non gli entra: vince Milano. 

Tabellino

EA7 OLIMPIA MILANO – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 81-78 (29-25, 46-44; 62-59)

MILANO: Bortolani NE; Tonut 3; Melli 6; Napier 14; Ricci 0; Flaccadori 12; Hall 5; Caruso NE; Shields 13; Mirotic 21; Hines 2; Voigtmann 5. All. Messina

BOLOGNA: Cordinier 4; Lundberg 11; Belinelli 10; Pajola 7; Mascolo NE; Shengelia 11; Hackett 2; Mickey 17; Polonara 0; Zizic 2; Dunston 6; Abass 8. All. Banchi

Oggi "Salotto Bianconero" speciale playoff
Halftime: Milano-Virtus gara 3 46-44