Se il Fenerbahce - come la Virtus, d’altronde - è praticamente imbattibile in casa ci sarà un motivo. E ieri si è visto. I padroni di casa nel primo tempo non sono stati particolarmente brillanti, e sono finiti anche a -9 nonostante un Motley immarcabile, ma sono riusciti comunque a chiudere il primo tempo avanti. E nel terzo quarto hanno fatto il vuoto, annullando l’attacco bianconero e prendendo un margine di sicurezza che è stato poi mantenuto fino alla fine senza particolari patemi.

Assenze decisive

La Virtus era in grande emergenza, e soprattutto era senza Shengelia e Belinelli, e ciò nonostante ha fatto una buona partita per quasi tre quarti. Purtroppo il momento di blackout tra secondo e terzo quarto è stato letale. E’ questo l’unico rimpianto, non essere riusciti a restare a contatto più a lungo, per poter provare nel finale a vincere la partita o almeno a difendere la differenza canestri. Il problema - per una volta - è stato l’attacco: senza i suoi due migliori attaccanti la Segafredo ha fatto davvero fatica a trovare il canestro, primo quarto a parte, e Iffe Lundberg è stato l’unico a farlo con una certa continuità. Ottima anche la prova di Abass, e va sottolineato.

hackett

 

Guardare al futuro

Incassata l'ottava sconfitta in Eurolega non si può fare altro che guardare avanti, cercando di imparare dalla partita di ieri, come ha detto coach Banchi in sala stampa: Dobbiamo guardare avanti e pensare a questi momenti per trovare la consistenza per stare nelle partite. Perchè per tre quarti siamo stati abbastanza solidi per stare in partita e giocare il nostro basket. 

Dopo l’impegno di domenica in campionato con Napoli la prossima settimana c’è il Barcellona in trasferta - altra partita sulla carta proibitiva - e poi il Partizan in casa, sfida già vicina al sold out. Le Vu Nere sperano di affrontare queste due sfide importanti a ranghi praticamente completi: sicuramente ci sarà Belinelli, potrebbero esserci anche Dobric e Shengelia. E questo, ovviamente, potrebbe fare parecchia differenza. 

Oggi "Euromario", il martedì alle 18 su Radio Basket Italia
Coach Mecacci presenta Sella Cento - Agribertocchi Orzinuovi