Si chiude col brivido la stagione regolare della Virtus femminile

La squadra che l’anno scorso è stata capolista, quest’anno deve partire dalla terza posizione per tentare la conquista dello scudetto, peraltro non sono sicuramente i migliori i segnali con cui la squadra si appresta a iniziare il cammino dei playoff, la partita di stasera è stata comandata per tre quarti da Campobasso che ha imposto per lunghi tratti il suo gioco e fortuna ha voluto che le bolognesi si siano ritrovate durante il secondo quarto, perché le molisane hanno dato un sacco di lavoro extra alle bianconere

CRONACA

La Virtus schiera l’ormai classico quintetto di partenza europeo con Pasa, Dojkic, Zandalasini, Rupert ed Andrè

Campobasso si mette subito alla guida della partita piazzando un parziale di 7 - 0 dopo due minuti e mezzo di gioco, con poca reazione da parte delle bianconere, tanto è vero che il divario si dilata fino a toccare i 10 punti per le molisane sul 17-7  dopo sette minuti diventando poi il 9-21 per le molisane su cui si chiude il primo quarto e all’11-26 di inizio secondo quarto; la reazione virtussina è guidata da Dojkic, Rupert ed Andrè, che sviluppano le migliori trame offensive del match in questo quarto, fino a riportare la Virtus avanti sul 33-32 prima dell’intervallo lungo

Il terzo e quarto quarto sono di sostanziale equilibrio dove La Molisana impone però una impronta molto fisica a tutto il match, veramente duro e con scontri anche forti su tutto il perimetro del campo

Circa a metà dell’ultimo quarto la Virtus sembra prendere il largo ed accumula un +8 che potrebbe darle la gestione degli ultimi minuti, ma le ragazze di coach Sabatelli non sono mai dome e risalgono punto su punto fino al 60-59 a 24 secondi dalla fine, per poi mandare Andrè in lunetta per due tiri liberi a 17 secondi dalla sirena

Andrè lascia col fiato sospeso tutti i 500 presenti sbagliando entrambe le conclusioni e fortuna vuole che Trimboli sbagli a sua volta il tiro da 3 per la vittoria, che permette a tutti i tifosi di tirare un sospiro di sollievo

PROSSIMAMENTE

Si entra nel tritacarne di questi playoff, programmati con partite di al massimo 4 giorni di distanza l’una dall’altra; il 24 verrà a Bologna Ragusa che sta attraversando un periodo di flessione e non pare la squadra che vinse a Bologna i quarti di Coppa Italia, ma bisognerà prestare attenzione, perché i playoff sono fatti per le squadre corsare.

Virtus Segafredo Bologna vs La Molisana Magnolia Campobasso: 60-59 (1Q 9-21, 2Q 33-32, 3Q 46-46)

Virtus Segafredo Bologna: Del Pero, Pasa 2, Peters 4, Cox, Rupert 12, Barberis 3, Dojkic 13, Andrè 8, Zandalasini 4, Orsili 7, Consolini 7. Coach Pierre Vincent

La Molisana Magnolia Campobasso: Kunaiyi-Akpanah 10, Narviciute 0, Kacerik 6, Trimboli 5, Giacchetti 2, Quinonez 5, Dedic 13, Trozzola, Morrison 10, Mistinova 8. Coach Domenico Sabatelli

"Nel bosco non solo mirtilli": in diretta su Twitch
Gameday: oggi Trapani Shark - Fortitudo Bologna alle 18