Per la prima volta dal ritorno in Eurolega la Virtus ha un record positivo, con più del 50% di vittorie. Dopo sole tre giornate il dato ha ovviamente un valore relativo, ma l’anno scorso non era mai successo e quindi va sottolineato. La partita con l’Alba è stata affrontata nel modo giusto ed è diventata facile: subito 9-2 propiziato da Belinelli, e match già in cassaforte all'intervallo con un solido 44-26 all’intervallo. Un po’ meno bene il secondo tempo, ma sostanzialmente non si è mai patito. Contro una squadra che come scopo principale ha quello di mettere in mostra i propri giovani - tra gli italici benissimo Spagnolo, molto meno Procida - e al risultato sembra non badarci poi tanto, va benissimo così: la Segafredo deve capitalizzare il più possibile in questo inizio di stagione in cui il calendario è favorevole. Shengelia ha disputato una prova maiuscola (26 punti e 32 di valutazione) - candidandosi al premio di MVP della giornata - ma tutta la squadra sembra girare alla perfezione in questo mese di ottobre, pur con ancora qualche momento di calo di tensione, come parzialmente successo nel secondo tempo di ieri.

Ora non c’è tempo per riposarsi, perchè domani arriva la Stella Rossa. La squadra serba - autrice di un mercato estivo importante - per ora sta andando peggio del previsto e ha una sola vittoria in tre partite. Ieri i serbi hanno perso in casa contro il redivivo Monaco, con  1/7 da tre per Milos Teodosic, che domani sarà l’ospite più atteso. La sfida sarà di altissimo livello, e il livello dell’emozione del PalaDozza sarà alto.

Oggi su Rete8 qsvs (canale 81 del dtt) "Basket Land", alle ore 22.45
SERIE A2, LA PROGRAMMAZIONE SU RAI SPORT FINO AL 1° DICEMBRE