In casa Virtus per ora si è parlato solo di operazioni in uscita, con Iffe Lundberg che si è accasato al Partizan e le sirene serbe - sempre lato bianconero - che tentano Ognjen Dobric. La data chiave per l'inizio dei movimenti anche in entrata dovrebbe essere quella di venerdì. Quel giorno infatti i soci bianconeri si riuniranno, ed è previsto un aumento di capitale. Sicuramente nel nuovo assetto societario Carlo Gherardi (CRIF) avrà un peso maggiore, e non è escluso l'ingresso in società anche di uno degli attuali sponsor. 
Una volta effettuato l'aumento di capitale, si potrà formalizzare il budget e iniziare le operazioni di mercato, alcune delle quali sono già state imbastite. Per quanto riguarda le conferme i due nodi chiave - i primi da sciogliere - riguardano Tornike Shengelia e Awudu Abass. Il lungo georgiano ha ancora un anno di contratto a cifre importanti (due milioni circa) con uscite, e la società vorrebbe prolungare il contratto spalmando l'ingaggio. Shengelia però ha diverse offerte, per cui bisognerà vedere quali saranno le sue decisioni. Abass invece è in scadenza al 30 giugno, e ieri ha dichiarato di guardarsi intorno mentre aspetta la Virtus. Il comasco ha di sicuro altre offerte - quella di Trapani è stata ufficializzata da patron Antonini, ma non ci sarebbe solo quella - e avrebbe già detto no a Milano. Di sicuro, dopo l'ottima stagione fatta, la Segafredo dovrà assolutamente provare a trattenerlo, visto che si tratta di uno dei migliori italiani disponibili nel ruolo.

Oggi "Euromario" su Radio Basket Italia
Strategie avanzate di scommesse sul basket