VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – GIVOVA SCAFATI 94-67 (31-21, 49-41; 68-53) 

La Virtus batte Scafati prima della sosta per la Coppa Italia. Per la Virtus è stato tutto facile con la formazione di Boniciolli che si è presentata alla Segafredo Arena priva dell’ex Gentile. Per tre quarti di gara è bastato il solo Belinelli per consentire alla Segafredo di condurre il match. Il capitano bianconero si è dimostrato il solito cecchino da oltre l’arco. Shengelia e soprattutto Dobric hanno mostrato ottimi miglioramenti, post rientro dai rispettivi infortuni, mentre Zizic ha prodotto una gara da doppia doppia (12 punti + 13 rimbalzi). Ottimi segnali in vista delle Final Eight.

La cronaca

Scafati gioca con la testa leggera e piazza subito tre tiri dalla lunga distanza firmati Robinson, Pinkins e Rivers. La Virtus si trova così subito ad inseguire e ci impiega cinque minuti di partita per mettere il muso avanti. Poi si accende Belinelli che segna 9 punti nel solo primo quarto e permette alla Segafredo di compiere il primo strappo. I bianconeri catalizzano tanti falli subiti che poi tramutano in punti dalla lunetta. La difesa di Scafati fatica a contenere l’attacco dei padroni di casa e la prima frazione di gioco si conclude sul punteggio di 31 – 21.
Banchi trova poca energia dalla sua panchina e la Virtus rallenta segnando solamente 3 punti in cinque minuti. Scafati si riavvicina a -1 (36 – 35) trascinata da Pinkins che realizza 14 punti nel primo tempo. A ridare tranquillità a Bologna ci pensano gli azzurri Polonara e Abass, con quest’ultimo che, appena entrato, mette a segno tre pesanti triple. 49 – 41 all’intervallo.
Partenza sonnecchiante della Virtus nel terzo quarto che si affida al solo Belinelli per tenere a debita distanza Scafati. I lunghi bianconeri sprecano da pochi centimetri da canestro, ma bastano le fiondate del capitano per far ritrovare alla Segafredo il vantaggio in doppia cifra. La Givova non ha più lo smalto del primo tempo e al trentesimo la Virtus ha già una seria ipoteca sulla vittoria: 68 – 52.
La formazione di Boniciolli, dopo una iniziale buona circolazione di palla, comincia a perdere svariati palloni e allora la Segafredo può dilagare fino al -22 (74 – 52). L’ultimo quarto serve solo per dare minuti a Mascolo e per mostrare uno Zizic concentrato e determinato a prendersi lo scalpo dei lunghi di Scafati. Finisce 94 – 67.  
 

Tabellino

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – GIVOVA SCAFATI 94-67 (31-21, 49-41; 68-53) 

BOLOGNA: Cordinier 5 ; Belinelli 18; Pajola 2; Dobric 10; Mascolo 5; Lomasz 1; Shengelia 8; Hackett 5; Mickey 8; Polonara 5; Zizic 12; Abass 15. All. Banchi

SCAFATI: Imade NE; Borriello NE; Sangiovanni NE; Mouaha 0; Pinkins 16; Rossato 11; Robinson 13; Rivers 10; Nunge 5; Pini 2; Strelnieks 0; Gamble 10.  All. Boniciolli

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Virtus Segafredo Bologna - Givova Scafati, pagelle e interviste