In una recente intervista l'arbitro ucraino Mykola Ambrosov ha confessato un tentativo di corruzione prima della finale di Eurocup 2021 tra Kazan e Monaco. Pochi giorni prima Kazan aveva eliminato la Virtus in semifinale.
L'arbitro ha accusato l'esperto Boris Ryzhik - visto poi arbitrare in Italia nel 2022 - di avergli offerto 10mila euro per indirizzare la partita a favore dell'UNICS. Nella transazione sospetta sarebbe stato coinvolto anche il terzo arbitro, il greco Ilias Koromilas.

Ambrosov ha affermato di aver rifiutato con decisione il tentativo di corruzione. La partita è stata poi vinta da Monaco 86-83.

Queste le parole di Ambrosov come riportate da basketnews
Devo ammetterlo, quello che sto per rivelare potrebbe sorprendere molti. Ma è andata così: tre giorni prima della partita ho ricevuto una telefonata da Boris Ryzhik, uno degli arbitri più famosi in Ucraina.
Mi ha informato che l'UNICS era in finale, che aveva un allenatore greco e un assistente greco. Ryzhik ha spiegato che Ilias Koromilas, un ex arbitro di EuroLeague, lo aveva avvicinato con una proposta, cercando di raggiungere un accordo con me. Se avessi acconsentito, Koromilas avrebbe negoziato direttamente con me per la vittoria di Kazan".

Ambrosov ha deciso di rifiutare l'offerta e resistere alla tentazione della ricompensa in denaro.
Non ho intrapreso alcuna azione e Ryzhik mi ha suggerito di pensarci per 24 ore. Se avessi cambiato idea e avessi seguito il piano, avrei ricevuto 10.000 euro. Mi ha persino fornito un numero Viber da contattare dopo la partita. Tuttavia, come tutti sappiamo, Monaco ha vinto di 3 punti"

L'intervista dal minuto 38

https://youtu.be/usC0xyG7cO8

“Salotto Bianconero”: la nuova puntata su Facebook e Youtube
TEO ALIBEGOVIC VICINO AL RIENTRO IN FORTITUDO