(foto Valentino Orsini - Fortitudo Pallacanestro Bologna 103)
(foto Valentino Orsini - Fortitudo Pallacanestro Bologna 103)

Teo Alibegovic è stato sentito da Damiano Montanari per Stadio. Un estratto dell'intervista.

"La nostra squadra se la può giocare con tutti, se diminuisce gli errori banali, come palle perse inutili o falli evitabili. Nell'ultima partita a Orzinuovi ci siamo complicati la vita da soli con qualche fallo e leggerezza di troppo.
Udine? Quella dell'andata fu una partita particolare, non ci sono trenta punti di differenza tra le due squadre. Siamo consapevoli che Udine sia stata costruita per salire e che sia molto forte e profonda. All'andata, avevamo Fantinelli e Bolpin con 38° di febbre da tre giorni e Aradori infortunato, mentre loro firmarono il record stagionale di triple, ben 20 su 40 tentativi. Sabato mi aspetto una gara giocata e sentita. Speriamo di essere tutti in salute.
 

La stagione

Siamo felici di come sta andando la stagione. Simo consapevoli che la squadra sia prima e che, come dicevo, abbia margini per affrontare qualunque avversaria solo quando tutti danno il massimo. Il nostro gruppo ha due bellissime caratteristiche. La prima è che non molla mai, grazie a coach Caja, che è stato capace di dare equilibrio tattico e mentale al team. Non a caso, un campione come Aleksa Avramovic, uno dei migliori della nazionale serba, ha pubblicamente ringraziato il nostro tecnico per il lavoro fatto insieme quando era a Varese. La seconda caratteristica di questa Fortitudo è la chimica dello spogliatoio. Non si costruisce in questo modo ogni anno, dipende da molti fattori. Noi abbiamo elementi come Ogden, molto dotato tecnicamente, e Aradori, che era stato molto chiacchierato perché ritenuto accentratore, che si mettono al servizio della squadra: al momento giusto si prendono tiri importanti e li realizzano, perché sono buone scelte. Senza offesa per nessuno, però, il tassello più importante di questa Fortitudo è Fantinelli. Non pensa a sé stesso, ai punti da segnare, ma fa vincere le partite facendo le cose giuste e giocate preziose.


La promozione

Le condizioni ci sono, ma le pretendenti sono tante. Penso ad esempio a Trapani, a Forlì, a Udine, a Verona: solo due in tutto saranno felici. Ragioniamo una partita alla volta e vediamo cosa accade"

Oggi su Rete8 qsvs (canale 81 del dtt) "Basket Land", alle ore 22.45
Trofeo Bruna Malaguti, il resoconto della prima giornata