Serie C – Gara 3 a BMR, Preven esce tra gli applausi

PREVEN FRANCESCO FRANCIA - BRM BASKET 2000 62-75 (18-18, 30-37, 50-54)

F.Francia: Chiusolo 12, De Ruvo 13, Galvan ne, Degregori (Cap.) 9, Marzatico ne, Bavieri 2, Tosini 13, Bianchini 2, Oyeh 2, Vivarelli, Balducci 6, Almeoni 6. All. Mondini, Ass. Gatti.

BMR: Soncini ne, Alberione 19, Dias 10, Caroli 30, Paparella 5, Pedrazzi, Defant 3, Martelli ne, Amadio 2, Lusetti 3, Maramotti ne. All. Baroni, Ass. Fontanesi, Prati.

Preven ci ha provato fino all’ultimo. Ma Gara 3 è andata alla BMR Reggio Emilia, che dopo aver impattato mercoledì sera in casa, è riuscita a ripetersi nella sfida decisiva, vincendo 72 a 65 e staccando il pass per la Finale. La squadra di Andrea Mondini però ha meritato di uscire tra gli applausi, perché questa stagione è andata oltre ogni più rosea aspettativa.

Ai padroni di casa è mancata la difesa a fare da collante, funzionando con continuità soltanto durante la rimonta del terzo periodo, che ci ha permesso di risalire dal -15 al -1. Ma per tutto il resto della gara non sono mai riusciti a chiudere gli avversari nel modo corretto, lasciando troppo spazio sui tiri dall'arco, concedendo tiri liberi in serie e, soprattutto, alcuni rimbalzi decisivi in attacco. 

Costretta a inseguire fin dall'inizio, Preven pareggia due volte nei primi minuti con Almeoni e Chiusolo. Caroli segna i primi 10 punti dei reggiani, che doppiano sul 6-12, Zola cerca faticosamente di non farsi staccare, prima con Mattia De Ruvo e Ilario Tosini dal campo, quindi con Chiusolo e Oyeh dalla linea e con il doppio -1 firmato da Tosini. Infine, il canestro di Matias Degregori a 18" vale il terzo pareggio, per il 18-18 della prima sirena. 

La tripla di De Ruvo segna l'unico vantaggio Preven nella partita, 21 a 18, ma Reggio Emilia risponde con un 7 a 0. Zola prova a restare lì, -2 dalla linea con Lorenzo Bianchini, -3 sull'entrata di Chiusolo, -4 sul canestro di Almeoni lanciato da Tosini, che infila il libero del -5, ma alla seconda sirena il divario è di 7 lunghezze, 30-37.

Il canestro iniziale di Simone Balducci riporta i padroni di casa a -5, ma la BMR risponde segnandone due. Almeoni realizza attaccando il ferro, ma va ko per un colpo all'occhio destro. Reggio Emilia segna dall'arco, dalla linea e a rimbalzo offensivo allungando fino al +15 del 36-51. Poi finalmente la reazione locale: Tosini  in entrata, Balducci in contropiede dopo un recupero e De Ruvo, servito da Degregori, con la tripla del -8, 43-51, con 3' sul cronometro. Reggio va in time-out, ma Zola rientra in campo continuando a segnare: Chiusolo firma il -6, ancora De Ruvo dall'arco per il -3 e il canestro in arresto e tiro di Matias Degregori del -1, 50-51, con un parziale da 13 a 0. Lo spezza Alberione con il 3/3 per il 50-54, ma Zola è di nuovo lì.

Servono ritmo ed energia ai locali, provano ad aggredire la BMR con quintetti piccoli e veloci. Tosini in entrata e Degregori dalla linea firmano un doppio -2, quindi Chiusolo infila la tripla del -1 e il Capitano Zolese mette il libero del pareggio, 58-58 a 5'58". Non basta, due fischiate veniali sanzionano il quinto fallo di Oyeh a rimbalzo d'attacco e i 3" a De Ruvo, ne approfitta Caroli per segnare dall'arco. De Ruvo si rifà segnando a il nuovo -1, replicato dal 2/2 di Balducci, ma Alberione è infallibile dalla linea e Caroli segna l'ennesima tripla. Il canestro di Degregori a 52" vale il -3, Preven lotta fino alla fine, ma la BMR la chiude definitivamente dalla linea. 

Complimenti ai vincitori, ma applausi a scena aperta a tutti i protagonisti della Preven Francesco Francia, che non si sono mai arresi. A cominciare dal Capitano Matias Degregori, uomo-simbolo della grande stagione della Francesco Francia, uscito nel finale per la standing ovation (ma tutti sperano di rivederlo in campo). 

Applausi ad Andrea Mondini (e, con lui, ai componenti dello Staff Tecnico), che ha raggiunto e superato tutti gli obiettivi: qualificazione alla Seconda Fase, quindi addirittura i Playoff da secondi classificati. Sarebbe stato bellissimo per Preven arrivare in Finale e continuare a sognare, ma non toglie nulla alla soddisfazione per il cammino compiuto.

Ora BMR attende la sfida tra Scandiano e Forlimpopoli per sapere chi affronterà nella finale. 

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Aradori, "Trapani ha più pressione, ma noi ci siamo e vediamo come finirà"