Gli ospiti della puntata n.23 di Basket on,-ER, canale 18 del digitale terrestre di Icaro TV e Icaroplay.

Stefano Michelini: “La Fortitudo è stata al limite dell’eroico. Con Aradori out e con Freeman infortunatosi in corso d’opera, i biancoblù hanno dimostrato di avere attributi. Il lavoro di coach Attilio Caja è straordinario. Il quintetto gira come un orologio svizzero, specie in difesa. Per qualità e quantità nel roster ritengo meravigliosa la scelta dei due stranieri. La panchina non sarà la migliore del campionato, tuttavia non è nemmeno la più debole: basta vedere i minutaggi dei giocatori negli anni passati. Forse manca il vice-Fantinelli, anche se Giordano in A2, nonostante sia un 2003, ha dimostrato di poterci stare. Non credo che Trapani sia così tanto la favorita numero uno per la promozione. Il livello medio della cadetteria si è alzato rispetto agli ultimi anni. Per la Virtus contro lo Zalgiris Kaunas è stato fatale l’inizio del terzo quarto, quel parziale di 15-2 senza Hackett e Cordiner è difficile da rimontare. Coach Trinchieri ha studiato molto bene come difendere su Belinelli, tenendo il pallone lontano dal gioco senza palla del capitano bianconero. Zizic? Non è un cuor di leone ne’ un cestista verticale, ma un ragazzo tecnico di 2.10 centimetri. E’ un buon giocatore, per diventare, però, più che funzionale deve garantire almeno 17-18 minuti di qualità con una presenza costante sotto canestro”.

Davide Pascolo: “La finale di Coppa Italia è stata combattuta, forse non bella da vedere, ma certamente equilibrata. La partita l’abbiamo vinta in difesa, giocando contro una Fortitudo che ha lottato per tutti i 40’, fornendo una prova stoica. Mi fa piacere che non sia nulla di grave per Freeman. Per salire di categoria vedo tante squadre in lizza: la Effe, Trapani, Udine, Cantù, Verona, Trieste, Torino e Rieti saranno valide nostre avversarie”.

Davide Bruttini: “Forlì ha meritato la vittoria della Coppa Italia. Brava in ogni caso pure la Fortitudo che ha battagliato fino alla fine nonostante numerose difficoltà. Per la promozione vedo, oltre alle partecipanti alla manifestazione di Roma, anche Udine e Torino. Tuttavia è ancora troppo presto per fare pronostici”.

Il link alla puntata

Oggi "Virtussini siamo noi" su Radio Basket Italia
Virtus Bologna, il palmares: tutti i trofei delle V nere