Basket City al mare, 28/6/2024

Le sue competenze sportive non andavano oltre il calcio, per cui tutta 'sta cosa del Tour De France che gli passava sotto casa non lo convinceva molto, anche perchè Waimer, per quel poco di geografia che aveva studiato, sapeva che la Francia era in Francia, lui non abitava in Francia, e quindi la cosa non la capita proprio. Così come tutta 'sta passione per giocatori di squadre di cui faticava a concepire l'esistenza: perchè esaltarsi per quel Calafiori e non per i suoi Prestia e Francesconi, specie ora che gli avevano pure regalato la maglia di Donnarumma (un suo difensore) e di tal Shpendi, che sembrava poi una bellissima esortazione alla sua clientela? Come quella, solita, dei due bolognesi che tanto parlavano e poco s(h)pendevano.

Bavvy - No, non ti sedere lì. Quella è una panchina, come puoi ben vedere. E voi, quando si parla di panchina, avete qualche problema. Quello che impazzisce, quello che sviene, quello che finge di stare male per scappare. Quello che viene mandato via perchè non emette giudizi da Orsolina (singolare femminile, perchè altrimenti il bagnino si incazza). Quindi chi prenderete?

Piccy - No, non ti sedere lì. Quella è una panchina, come puoi ben vedre. E voi, quando si parla di panchina, avete qualche problema. Quello che viene cacciato perchè non manda in campo il gioiello appena preso e poi richiamato per sommossa popolare. Quello che resta ma si arrabbia per il mercato e quindi silurato. Quello che per qualche mese viene trattato come il Messia, ma poi non piace ad una certa parte della curva e quindi viene confermato ma intanto si cerca quello prima, che al mercato il Dottorzanetti comprò. Quindi chi prenderete?

Bavvy - Rimane il fatto che noi cerchiamo di migliorare, voi siete a quel che passa il convento dato che non è che sia rimasto poi chissà cosa. E ogni volta che esce fuori una voce, vera o farlocca che sia, arriva poi Trapani a portarvelo via. Con l'ulteriore differenza è che non potete permettervi un altro anno a vivacchiare: per migliorare quanto fatto dovreste almeno perdere in gara 5 di finale. Ce la farete? Ad arrivarci, intendo.

Piccy - Rimane il fatto che noi non andiamo in giro a prendere squadre femminili e poi a buttarle via quando non ci interessa più, e non andiamo a dire che il budget va calato ma poi vogliamo migliorare in Eurolega e intanto andiamo a giocare a Casalecchio - ma non lo schifavate? - perchè la mega VirtusArena per ora è un po' come il Parco delle Stelle.

Bavvy - Rimane il fatto che voi avete un Palasport dove non fate festeggiare gli avversari, siete dei Bruti, non date da mangiare, premiazioni negli scantinati, e intanto vi stanno portando via tutti i giocatori possibili e immaginabili.

Piccy - Rimane il fatto che voi fate partire subito la campagna abbonamenti anche se non sapete niente di niente, solo qualche corrente interna che dice Banchi, altre che Banchi no, altre di qua, altre di là, e questo non si dice e questo non si fa.

Waimer - Rimane il fatto che avete rotto i maroni tutti e due.

Un giorno era caldo, un giorno era freddo, e lui non sapeva se preparare del tè freddo e della birra o invece della cioccolata. Meglio così, pensava, piuttosto che quei mesi di giugno di qualche tempo fa quando erano 40 gradi fissi e le madri si lamentavano che le figlie si scorticavano la schiena scendendo da scivoli roventi. Però non bastava, e quando la mamma di Scianèl si lamentò che non sapendo fosse stato bello o brutto non aveva di che vestire la piccola infanta, le tirò un rutto all'anticiclone di Viserbella che spostò masse nuvolose perfino in Tasmania. Dura, la vita.

Oggi "Euromario" su Radio Basket Italia
Virtus, oggi è il giorno dell'aumento di capitale