All'età di 63 anni è scomparso Gilberto Sacrati, ex presidente della Fortitudo. Subentrato nel 2007 a Martinelli, il suo nome è legato alla retrocessione del 2009 e alla successiva non affiliazione, arrivando fino al fallimento definitivo del 2012 dopo aver tentato anche una ripartenza con gli Eagles. 

A seguito del fallimento della Fortitudo e della sua azienda Ripresa, Sacrati fu condannato dal Tribunale di Bologna, con una pena poi ridotta in appello e confermata in via definitiva dalla Cassazione a 4 anni e 2 mesi. 

Viste le sue precarie condizioni di salute, stava scontando la pena agli arresti domiciliari, ed nella sua abitazione che è stato trovato ieri da carabinieri e sanitari del 118, dopo non aver risposto ai familiari per tutta la giornata di venerdì. Le cause del decesso sarebbero naturali, anche se il suo avvocato - Gabriele Bordoni - ha chiesto accertamenti, riferisce il Resto de Carlino.

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
Domani Virtus - San Martino di Lupari, le parole di Vincent