(foto FIBA Basketball)
(foto FIBA Basketball)

Il 30 giugno è sempre una data importante per il mercato delle squadre di basket, perché è il giorno in cui i contratti scadono, e i giocatori diventano ufficialmente free agent. Awudu Abass ha scelto la data di oggi per mandare il suo messaggio di saluto ai tifosi bianconeri, e alcune parole ("Sono arrivato ad un bivio: continuare così oppure rispettare Abi giocatore e persona") fanno pensare che il margine di manovra per il rinnovo con la Virtus sia nullo. L'ala comasca firmerà altrove, accettando una delle proposte che ha in mano - Trapani o Besiktas quelle note - più ricche ma senza Eurolega. Se così sarà, e pare proprio che sarà così, sarà comunque una perdita molto pesante per le Vu Nere, che dovranno rimpiazzare un italiano di alto livello nel ruolo, cosa decisamente non facile.
Oggi è anche l'ultimo giorno in cui Tornike Shengelia può uscire dal contratto in essere, pagando 500mila euro. Qui in società c'è molto più ottimismo, e non ci si aspettano sorprese. Il georgiano ha rifiutato la proposta della Stella Rossa e dovrebbe accettare quella bianconera di estendere di un anno il contratto, spalmando l'ingaggio. In ogni caso, la Virtus ha la possibilità di uscire anch'essa dal contratto entro il 5 luglio (penale 200mila euro), ma non si dovrebbe arrivare a tanto. La situazione dovrebbe venire risolta prima, e il prolungamento di Shengelia sarà probabilmente il primo "colpo" del mercato bianconero 2024-25, in vista della campagna abbonamenti che parte domani.
Per quanto riguarda gli altri nomi di mercato, secondo il Corriere di Bologna i primi obiettivi tra gli esterni (Chris Jones e Luca Vildoza) al momento hanno prezzi troppo alti, per cui si guarda anche altrove, con i nomi di Sumner (Zalgiris), Foster (Lietuvos), Edwards (Bayern) e Nunnally (Partizan). Sotto canestro piace Momo Diouf, lungo classe 2001 che l'anno scorso ha giocato i Mondiali con la Nazionale, e nel 2023-24 ha giocato a Breogan in ACB. Per quanto riguarda Bryant Dunston, il Corriere di Bologna riporta la possibilità per la società di uscire dal contratto entro il 5 luglio, e l'intenzione di farlo se ci saranno rassicurazioni sui tempi di rientro di Devontae Cacok dopo l'infortunio e l'operazione.

Oggi "Euromario" su Radio Basket Italia
Il tentativo di iscrivere una squadra di Bologna alla prossima A1 femminile