E' stata una dura lezione quella subita stasera dalle ragazze della Virtus di fronte a un migliaio di tifosi 

Le giocatrici boeme sono semplicemente state superiori in tutto più tecniche, più atletiche, più fisiche, in due parole “di più”

Non c’è stata una volta in cui le bianconere siano riuscite almeno ad impattare il match e mentre tutto andava per il meglio alle ceche, tutto andava nel verso sbagliato alle bolognesi, credo che mai in questa stagione sia capitato non solo di sbagliare tiri facili o lanciare palloni nel vuoto, ma anche di non aiutare, tentare improbabili passaggi, tentare tiri che non arrivano al ferro.

Assente oltre all’infortunata Andrè, di cui stasera si è sentita tanto la mancanza, anche Orsili, in panchina per onor di firma, le bolognesi sono state la brutta copia di quelle che abitualmente sono le loro peculiarità, Peters vagava per il campo indecisa per quanto usualmente è solida, Rupert pavida e timid, Cox abulica, Barberis, Del Pero e Consolini incolpevoli e relegate, come sempre, al ruolo di comprimarie con pochi minuti e pochi tiri a disposizione per mostrare il loro valore, Pasa, Zandalasini e Dojkic hannoavuto successo facendo l’ultima cosa che si dovrebbe fare giocando a pallacanestro ovvero mettersi in proprio; ha incominciato la slava, il capitano ha avuto una fiammata nel terzo quarto e Pasa ha chiuso, anche in maniera riluttante i giochi nell’ultimo quarto.

Detto che la Virtus ha vinto solo l’ultima frazione, che Praga è sicuramente una squadra pressoché certa di arrivare alle Final Four, non c’è che da sperare che si rinnovi nel turno di riposo che aspetta le bianconere, l’energia recuperata durante la pausa per i raduni delle squadre nazionali e che le nostre eroine possano preparare al meglio la trasferta di Mont de Marsan contro il basket Landes attualmente ultimo in classifica nel girone B di Eurolega cui seguirà il big-match con la Reyer in casa il 3 dicembre.

EuroLeague Women, Round 6.

Virtus Segafredo Bologna vs ZVVZ USK Praha: 69 – 90
(1Q 15 – 28; 2Q 25 – 50; 3Q 44 – 73)

Virtus Segafredo Bologna: Del Pero, Pasa 14, Peters 3, Cox 7, Rupert 4, Barberis, Dojkic 24, Andrè n.e., Zandalasini 15, Orsili, Consolini 2. Coach: Vincent

ZVVZ USK Praha: Pribylova, Oblak 5, Andelova, Cazorla 5, Vorackova 11, Conde 15, Ayayi Vukosavljevic 15, Vyoralova 4, Magbegor 19, Hof, Sabally 16, Sipova. Coach: Hejkova

 

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
La Fortitudo e il mercato: ipotesi di uscite, ipotesi di entrate