In casa Virtus tiene banco la questione Tornike Shengelia, che al momento è il principale nodo da risolvere. Come è noto il lungo georgiano per la prossima stagione è titolare di un ricco contratto (due milioni circa), con uscite da ambo le parti. La società vuole ridiscutere i termini - come confermato anche da Luca Baraldi - e propone di allungare il contratto spalmando l'ingaggio. C'è però parecchia concorrenza. Secondo Corriere di Bologna e Prealpina la Stella Rossa è la più decisa su Shengelia, e avrebbe formulato una ricca offerta biennale. Inoltre Panathinaikos e Real Madrid potrebbero essere interessate a lui, offrendogli la possibilità di andare in una contender per l'Eurolega. Sarà Shengelia a dover decidere cosa fare, e dalla sua decisione - a cascata - dipenderanno altre mosse del mercato bianconero. Un centro arriverà in ogni caso, e qui il nome caldo è sempre quello di Tyrique Jones. Inoltre, secondo il Corriere, su Jordan Loyd i bianconeri bolognesi devono affrontare la concorrenza del Partizan Belgrado, che da poco ha annunciato Iffe Lundberg ed è in caccia di una guardia.

Per quanto riguarda il coach, si resta alle parole di Luca Baraldi e dello stesso Luca Banchi, che hanno confermato la presenza del contratto e la volontà di andare avanti insieme. Sasha Djordjevic, per il Corriere, resta comunque una "presenza ingombrante" sullo sfondo. Molto potrebbe dipendere anche dalle decisioni di Baskonia. Secondo La Prealpina, i baschi potrebbero dare l'incarico ancora a Dusko Ivanovic.  
 

Oggi "Euromario" su Radio Basket Italia
La Fortitudo tra Parente e Cagnardi, ma non solo. Il Carlino rilancia Repesa