Tabellino

Parziali BB2016-Sansebasket: 14-6; 36-27; 52-47.

Bologna Basket 2016: Tinsley 6, Reinaudi 18, Gamberini ne, Oyeh, Fontecchio (cap.) 20, Bianchini ne, Cinti, Graziani 3, Ranieri 4, Guerri ne, Rubinetti 22, Azzano 4. All.: Lunghini.

Sansebasket Cremona: Resmini ne, Belloni 2, Galdiolo 10, Bona 18, Boschiroli ne, Vecchiola 11, Ivanovskis 4, Galli 12, Piarchak 2, Vacchelli 6, Biagini ne, Speronello (cap.) 2. All. Coccoli.

 

Missione compiuta: il Bologna Basket 2016 ha mantenuto l'imbattibilità casalinga nella sfida di ieri sera con il Sansebasket Cremona. Si tratta della quarta vittoria di fila per i rossoblu che, con questo successo, raggiungono al secondo posto in classifica con un record di 5-2 Fidenza, battuta ieri dal Pizzighettone.

È stato un match di grande intensità, molto fisico, che la squadra di Lunghini ha portato a casa con volontà e capacità di resilienza. Dopo un inizio in cui la difesa bolognese aveva spadroneggiato, arrivando anche al vantaggio in doppia cifra, e un momento di impressionante blackout tra fine secondo e inizio terzo quarto, l'incontro è andato avanti sul piano della parità fino a 2' dal termine, quando con le triple e con un'attenta copertura del canestro i padroni di casa sono riusciti a risolvere il rebus lombardo.

Guardando le cifre si conferma che il principale segreto vincente del BB2016 è nei rimbalzi (ben 35 contro 29, di cui 11 offensivi contro solamente 1) e nella capacità di tenere ancora una volta gli avversari sotto quota 70 punti. Buona la prestazione dalla lunetta (17/21), più che sufficiente quella dalla lunga distanza (32%, con 8/25), poco brillante quella da 2 (46%, con 18/39). Tutti numeri, comunque, superiori a quelli dei cremonesi.

Tra i singoli, prova scintillante dell'argentino Lucio Reinaudi, che sfiora la doppia doppia (18 punti, con 3/6 da 2 e 2/4 da 3, 9 rimbalzi e 5 assist), sfoderando un gran finale di partita. Ugualmente decisivo nei momenti topici il capitano Luca Fontecchio (20 punti, con 6/12 da 2 e 2/4 da 3, 9 rimbalzi) e altamente propositivo il top scorer Stefano Rubinetti (22 punti, con 5/9 da 2 e 2/4 da 3). Segnali importanti in uscita dalla panchina pure per Riccardo Azzano (4 punti e 3 rimbalzi) e  Edward Oyeh, specie nella fase difensiva.

 

Si conclude così in maniera estremamente positiva il tour de force che ha visto i bolognesi impegnati in tre partite in 8 giorni con altrettante vittorie.

 

La cronaca. Primo quarto all'insegna delle difese. I felsinei concedono solo 6 punti agli ospiti, ma a loro volta ne segnano appena 14. A inizio secondo periodo Rubinetti prova il primo strappo con 8 punti quasi di fila – compreso un tecnico – poi Fontecchio mette una bomba e due canestri da sotto e i padroni di casa volano sul +16 a 2'20” dall'intervallo. L'esperienza dice però che a questi momenti di esuberanza agonistica seguono spesso altri minuti di totale rilassamento. E infatti i lombardi piazzano un parziale di 7-0 che diventa addirittura di 17-2 al 4' del terzo periodo. Il BB2016 ha però la forza di non mollare e tre tiri pesanti di Tinsley, Reinaudi e Fontecchio ridanno il +5 dopo 30 minuti. Il Sansebasket tuttavia si rifà sotto e a 4'30” dal termine va addirittura in vantaggio di 1. Reinaudi non fa una piega e mette la tripla, seguito da Tinsley. Poi altro canestro dell'argentino e bomba di Rubinetti. A 1'40” dalla sirena il +8 sembrerebbe garantire un finale tranquillo, ma dall'altra parte Bona si inventa due incredibili triple da distanza siderale che tengono aperto il match. Si va allora da Fontecchio che non tradisce. Prima segna da 2, poi prende il rimbalzo difensivo nell'attacco mancato degli ospiti, subisce fallo e fa 2/2 dalla lunetta. La parola fine la mette poi con i liberi ancora Reinaudi (4/4).

 

Anche nel prossimo weekend il BB2016 è chiamato ad un impegno casalingo. E che impegno! L'avversario è da far tremare le gambe, ossia quella Sangiorgese ancora imbattuta che pare essere la favorita n. 1 a vincere il girone. L'appuntamento è per sabato 11 novembre, alle 18.30, sempre al Palasavena di San Lazzaro (via Caselle, 26).

 

Vale la pena di esserci, credeteci!

“Salotto Bianconero”: la nuova puntata su Facebook e Youtube
Baraldi, "Non c'è mai stata così tanta coesione interna, il nuovo coach ha risollevato un ambiente depresso"