2a giornata ritorno Play-in Silver Nord Est

VIFERMECA OLIMPIA CASTELLO-SAN BONIFACIO 78-81

(parziali: 25-22 / 39-35 / 64-62)

 

Olimpia Castello: Masrè 6, Costantini 16, Castellari ne, Ferdeghini 6, Grotti 2, Dieng 9, Adeola 3, Galletti 8, Casanova ne, Torri 16, Zhytaryuk 12. All: Giordani

S.Bonifacio: Poiesi 3, Bevilacqua 2, Tondini 4, Moretti 8, Ferrazza 10, Trentini 12, Pantano ne, Tommasetto 19, Zambonin 7, Rigon 16. All: Zappalà

Arbitri: Luca Di Giuseppe di Carugate (Mi) e Giovanni Di Lello di Milano (Mi)

 

Diretta Streaming (gratuita) --- https://www.youtube.com/@olimpiacastello3605/streams

 

Cade in casa l’Olimpia Castello che esce definitivamente di scena nella corsa ai due primi posti validi per i playoff promozione. Non ci saranno, dunque, altri obiettivi da perseguire nelle ultime due uscite stagionali per i nerazzurri, se non quello di chiudere dignitosamente il proprio cammino.

A Monfalcone, sabato 13 aprile, servirà una prova di carattere, nonostante le assenze e le scarse motivazioni. Stesso discorso per l’ultimo match della stagione 2023/2024, domenica 21 aprile al PalaFerrari contro Bergamo.

 

Contro San Bonifacio si possono annotare, al di là della sconfitta, diversi aspetti positivi: innanzitutto la prestazione monstre al tiro della giovane ala classe 2006 Niccolò Torri che chiude il primo quarto con 4/4 al tiro dall’arco per 12 punti pesanti per il proprio curriculum, cosiccome lo saranno i 16 complessivi alla sirena finale.

“E’ stata una grande emozione” festeggia Niccolò Torri “E’ stato bello fare parte di questo progetto che mi ha reso subito felice e determinato; farlo, poi, per una volta da protagonista e non più da comparsa ha incrementato ancora di più questi valori”.

 

Molto positiva la prestazione di Riccardo Galletti che domina a rimbalzo, lottando sia in attacco che in difesa e segnando 8 punti a cavallo degli ultimi due quarti; buona e concreta come sempre la prova di Masrè con 6 punti nel 3° quarto e di capitan Zhytaryuk (12 punti). 

Durante il match sono ben due i problemi fisici occorsi ai nerazzurri: Stefano Costantini incassa un colpo al volto (fortuito) e deve fermarsi lungamente in panchina per recuperare e, per fortuna, riesce a rientrare nel finale divenendone protagonista; situazione peggiore per Omar Dieng, costretto ad abbandonare il campo a tanti minuti dalla fine del match: per l’ala forte sono previsti esami strumentali in settimana, a rischio gli ultimi due match dei Play-in Silver.

Sempre avanti i locali nel punteggio, ma, soprattutto, nell’inerzia, a parte nei primi 5’ dell’ultimo quarto, quando i veneti scappano sul +10 (74-64). Poi è battaglia fino alla sirena finale.

 

Il match si apre con un ben augurante 7-0 per i locali con i cesti di Zhytaryuk, Costantini e la prima tripla di Niccolò Torri; dopo 3’ ancora il capitano firma l’11-5 dalla sua mattonella sul pitturato, mentre al 4’ è Stefano Costantini a bruciare la retina dall’arco per il 14-7 che esalta il pubblico. Tra gli ospiti, nei primi minuti segnano solo da 3 punti Trentini e Tommasetto. A metà frazione Rigon e Torri si sfidano dall’arco firmando il 20-10, con due triple della giovanissima (classe 2006) promessa del basket castellano. Che non si accontenta e, anzi, ne piazza un’altra al 6’: per Torri il primo quarto è da pura fantascienza con 4/4 dall’arco con tre canestri consecutivi che danno 9 punti filati all’Olimpia (23-12) tra il basimento degli avversari ed il tripudio di tutto il pubblico locale che lo acclama lungamente. L’exploit di Torri è certamente da annoverare tra le note positive della serata castellana. Nel finale di frazione i veneti non si fanno commuovere, anzi, piazzano un contro-break di 10-2 che rimette tutto in discussione alla sirena (25-22), grazie alle triple di Rigon e Ferrazza: nel primo quarto vanno registrate 5 triple da ambo i lati, alla fine saranno 12 per Castello e 9 per San Bonifacio. 

Nei primi 3’ del 2° quarto gli ospiti allungano e sorpassano sul 27-25 grazie a 5 punti di Tommasetto (con 1 tripla), subito impattati da Grotti; a metà frazione arriva l’unico canestro (dalla distanza) di Emmanuel Adeola (30-27). Si prosegue in pieno equilibrio (37-35) con Dieng che realizza un paio di cesti comodi, imitato da Tondini, Moretti e Trentini (tripla) dall’altra parte. A 50” dall’intervallo un assist “no look” spettacolare di Grotti illumina Torri che appoggia il punto personale numero 16 (39-35).

Si riparte nella ripresa sullo stesso canovaccio: al 3’ Galletti (che prende padronanza e dominanza del pitturato) lancia Costantini con un perfetto assist schiacciato a terra (43-43), ma i veneti allungano con 3 punti filati di Moretti (46-43 al 4’). Costantini e Rigon scaldano la mano (segneranno 8 punti a testa nel terzo quarto, con 2 triple per la guardia di casa), con Galletti e Zhytaryuk che mettono mattoni importanti: a 30” dalla sirena Vifermeca avanti 64-59. All’ultima pausa breve ci si arriva sulla tripla di Tommasetto (13 punti finora per lui) che vale il 64-62.

E’ un avvio di ultimo quarto shock per i locali che non segnano per 5’ esatti, mentre San Bonifacio scappa sul 74-64, con i cesti di Tommasetto (6), Poiesi, Tondini e Zambonin (2 a testa). Nel momento peggiore, l’Ollimpia gonfia il petto rimontando fino al 72-74 in appena due minuti, coi cesti di Galletti (che dall’arco spezza il “sortilegio”), Ferdeghini (ai liberi) e Zhytaryuk, glaciale da fuori area. Negli ultimi 100 secondi accade di tutto, con gli ospiti che riprendono coraggio con Rigon e 2 liberi di Bevilacqua e 1 a testa di Ferrazza e Trentini. Inutili la tripla di Ferdeghini, il cesto di Galletti e il libero di Costantini. 

Il momento clou del finale arriva a 30” dalla sirena: sul 78-79 Trentini sbaglia il tiro e l’Olimpia corre in contropiede con Costantini che parte nel suo più classico “coast to coast” che, però, non si concretizza; sul rimbalzo si avventa Galletti che fa a sportellate contro tre avversari (che intervengono al limite del fallo), riuscendo comunque ad appoggiare alla tabella, sbagliando, però, la più facile delle occasioni. Un vero peccato, sia perché sarebbe stato il vantaggio dei locali a pochi secondi dalla fine, sia perché la tenacia e la determinazione di Galletti avrebbero certamente meritato maggior fortuna. Termina, invece, 78-81 per San Bonifacio. 

 

Sabato 13 aprile, alle ore 20,30, ultima trasferta stagionale per la Vifermeca Olimpia Castello: alla Palestra Polifunzionale Monfalcone (Go), i nerazzurri faranno visita all’unica squadra battuta in questi Play-in Silver (79-74 nella gara d’andata).

Per i primi due posti in classifica (validi per i pass qualificazione ai playoff), oramai son in corsa solo le capoliste Sansebasket e Montebelluna e Bologna (che accusa il primo ko nei Play-in, dopo 4 successi filati).

 

2a giornata ritorno Play-in Silver Nord Est

Olimpia Castello-San Bonifacio          78-81

Sansebasket-Bergamo                          76-70

Piadena-Monfalcone                              82-87

Bologna Basket-Montebelluna                71-82

 

Classifica: Sansebasket e Montebelluna 16, Bologna Basket 14, Bergamo 12, Olimpia Castello e San Bonifacio 10, Piadena e Monfalcone 8. 

 

----------   ----------  ----------   ----------   ----------

 

Questo il calendario della seconda fase dell’Olimpia Castello:

Andata

1          Dom     03.03    18,00    Olimpia Castello-Montebelluna   70-77    PalaFerrari Castel S.Pietro Terme BO

2          Sab     09.03    20,30    San Bonifacio-Olimpia Castello  96-79    PalaFerroli San Bonifacio VR

3          Dom     17.03    18,00    Olimpia Castello-Monfalcone      79-74    PalaFerrari Castel S.Pietro Terme BO

4          Sab     23.03    19,30    Bergamo-Olimpia Castello         59-58    C.S.Italcementi Bergamo BG

Ritorno

5          Mer     27.03    20,30    Montebelluna-Olimpia Castello   73-64    PalaFrassetto Montebelluna TV

6          Dom     07.04    18,00    Olimpia Castello-San Bonifacio  78-81    PalaFerrari Castel S.Pietro Terme BO

7          Sab      13.04    20,30    Monfalcone-Olimpia Castello                 Pal.Polifunzionale Monfalcone GO 

8          Dom     21.04    18,00    Olimpia Castello-Bergamo                     PalaFerrari Castel S.Pietro Terme BO

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Legabasket, la Virtus Bologna sogna lo scudetto nonostante le quote dei bookmakers