L’EA7 Emporio Armani Milano conquista contro la Germani Brescia la Gara 1 di semifinale degli LBA Playoff UnipolSai 2024. I biancoblu sfruttano subito correttamente i tagli di Akele, Napier (9 punti e 5 assist) al ferro e una bomba di Tonut (12 punti, 8 rimbalzi, 4 assist) sbloccano l’Olimpia e poi una tripla di Gabriel (11 punti e 7 rimbalzi) rimette avanti la Germani sul 5-6. Grazie ai guizzi in contropiede di Tonut e Shields, i padroni di casa cercano di prendersi l’inerzia del match ma i liberi di Della Valle (33 punti, 8/15 al tiro, 8 falli subiti, 12/12 ai liberi, 32 di valutazione), un gioco da tre punti di Bilan (11 punti, 6 rimbalzi e 4 assist) e un’altra bomba di Gabriel tengono la Germani decisamente sul pezzo (13-16). Grazie a due bombe consecutive di Voigtmann (21 punti, 8 rimbalzi, 5/8 da tre, 25 di valutazione), Milano non fa prendere il largo agli avversari, che ribattono superando la pressione con un appoggio di Gabriel e una tripla di Della Valle in transizione, prima che i liberi di Hall e Napier e che un tap-in di Hines (10 punti e 4 rimbalzi) provino a lanciare lo strappo meneghino (27-23). Al termine di un primo quarto dal punteggio altissimo, Voigtmann prosegue nel suo show dall’arco e con un elegante gancio dalla media distanza, Hall (10 punti e 6 assist) anche continua ad essere un fattore in penetrazione ma le giocate di talento di Massinburg (12 punti, 6 rimbalzi) e Petrucelli, sia al ferro che dalla distanza, lasciano la Germani in scia (34-29 dopo 10’). Nonostante un’altra bella giocata individuale di Massinburg, in seguito, Melli (13 punti e 6 rimbalzi) dalla media distanza e un gran tap-in di Mirotic portano l’EA7 Emporio Armani avanti in doppia cifra, ma ancora Massinburg dall’angolo e dei liberi di Della Valle riavvicinano una tenace Germani (41-36). Dopo un timeout chiamato da coach Messina e un’altra super tripla di Massinburg per il -2 ospite, l’Olimpia firma un break di 7-0 ispirato da una tripla di Napier e dai liberi dei cinici Hall e Hines, prima che Christon (9 punti e 4 assist) si faccia sentire rispondendo al cecchino Voigtmann con i cinque punti consecutivi del 51-44. Al termine del tempo, Della Valle pesca un paio di conigli dal cilindro ma l’ondata Olimpia non si ferma, soprattutto con le folate di Tonut in transizione e di uno scatenato Voigtmann dalla distanza; ci pensa poi Hall con una coppia di liberi a mandare le squadre negli spogliatoi sul 61-49.

Bilan inaugura la ripresa con una coppia di liberi realizzati ma Shields e un solido Hines nel pitturato aggiornano il massimo vantaggio biancorosso sul +14, prima che Della Valle ancora dalla lunetta scuota un minimo la Germani (67-56). A seguito di un’altra bella schiacciata di Hines, Christon e Burnell di carattere riavvicinano Brescia al di sotto della doppia cifra di svantaggio ma una tripla di Flaccadori (11 punti) mantiene l’Olimpia con le mani sul match (73-62). Al termine del quarto, Flaccadori e un appoggio in contropiede di Ricci puniscono la Germani, prima che capitan Della Valle si prenda il proscenio firmando le due bombe consecutive che chiudono il periodo sul 77-70. Dopo un botta e risposta tra Voigtmann e Cobbins, Melli fa esultare l’Unipol Forum con una tripla e una comoda schiacciata regalatagli da Voigtmann, permettendo così a Napier e compagni di tornare sul +14 (86-72). Grazie a due triple di Della Valle, Brescia prova a non mollare ma Flaccadori è cinico dall’arco nello spegnere l’entusiasmo ospite, prima che Cobbins capitalizzi dalla lunetta un’ottima circolazione di palla biancoblu per l’89-80 a 4’ dal termine. Grazie a un alley-oop tra Massinburg e Cobbins e a una coppia di liberi firmati da Della Valle riavvicinano Brescia anche sul -5 ma un errore di Massinburg dall’arco viene puniti dal cinico Melli, che sigla il tap-in del 91-84 a 72” dal termine. Della Valle non ha però voglia di mollare e piazza un gran gioco da tre punti, capitan Melli di carattere allora dall’altra parte firma un pesante jumper dall’angolo, Gabriel guadagna e realizza due tiri liberi a 23” dal termine, fallisce il terzo tentativo a cronometro, raccoglie il rimbalzo in attacco ma sbaglia dall’arco il tiro che permette a Flaccadori di chiudere i conti. Finisce 95-89.

Oggi "Virtussini siamo noi" su Radio Basket Italia
Gameday: oggi gara 2 Virtus - Venezia