Matteo Fantinelli è stato sentito da Marco Vigarani per il Corriere di Bologna. Un estratto dell'intervista.

"La prima settimana é stata molto impegnativa sul piano fisico ma anche mentale. Siamo partiti forte con un lavoro sulla difesa e contemporaneamente dobbiamo trasformare un gruppo in una squadra. Difesa e corsa saranno le priorità. A livello offensivo cambierà qualcosa rispetto agli ultimi anni ma le novità sono sempre uno stimolo.
Siamo una squadra magari meno esperta rispetto al passato ma con qualcosa in più in termini di intensità. Saremo aggressivi, andremo in campo con l'umiltà di sapere che ci sono squadre più forti ma senza paura di nessuno.
Aria nuova? Vedo persone che ci tengono, pronte a sacrificare tempo e risorse per la Effe. Pensano al biancoblù dalla mattina quando si svegliano alla sera quando vanno a letto e ci trasmettono un fortissimo senso di responsabilità. Il presidente è presente a tutti gli allenamenti: basta questo a dimostrare quanto vale per lui la Fortitudo. Persone come Tedeschi e Alibegovic sono fondamentali per far capire ai nuovi arrivati cosa sia questo mondo unico e bellissimo che ha bisogno di nuova linfa. Anche per me sono una spinta a dare più del massimo.
Obiettivi? Vogliamo essere in campo fino all'ultima partita della stagione, pur sapendo che sarà un campionato difficilissimo in cui militano corazzate come Udine e Trieste che sarebbero già pronte oggi per la serie A. Saremo umili ma consapevoli delle nostre doti e di un fattore decisivo come il PalaDozza.
Ho fatto un percorso che va oltre ogni più rosea aspettativa. Entro nel mio ultimo anno di contratto e voglio meritarmi sul campo il rinnovo. Desidero restare capitano della Fortitudo perché questa maglia è tutto per me".


(Foto Valentino Orsini - Fortitudo Pallacanestro 103)

“Salotto Bianconero”: la nuova puntata su Facebook e Youtube
VIRTUSSINI IN NAZIONALE, OGGI IN CAMPO SHENGELIA E DOBRIC