Una stagione deludente, senza alcun dubbio. La stagione della Virtus femminile   nonostante il primo trofeo vinto, la Supercoppa a inizio stagione - si è conclusa mollto male, ben al di sotto delle aspettative di tifosi e società. Mancata qualificazione in Coppa Italia e bruciante eliminazione ai quarti playoff, sempre ad opera della Ragusa dell'ex coach Lino Lardo, che a Bologna fu esonerato due anni fa, a semifinali scudetto in corso. E di conseguenza mancata qualificazione in Eurolega.
Negli ultimi due anni erano arrivate due finali scudetto, e quindi il passo indietro è evidente. Anche come pubblico - ricorda il Resto del Carlino - si è passati dal Paladozza pieno della scorsa finale (5300 spettatori, con ingresso gratuito) ai 1200 (ma paganti) della Fiera di mercoledì, numero comunque non trascurabile, che potrebbe essere visto come una buona base da qui ripartire.
Per tutti questi motivi questo ora si apre un periodo di riflessione in società, e si dovrà decidere del futuro. Secondo il Carlino la posizione di coach Pierre Vincent, pur titolare di un altro anno di contratto, non appare così salda come qualche tempo fa. Il coach francese è l'ottavo allenatore in cinque anni di vita della società, e se verrà avvicendato arriverà il nono. Per Stadio - inoltre - potrebbe esserci un ridimensionamento, decidendo di investire di più sul vivaio. Nelle prossime settimane si vedrà.

 

“Salotto Bianconero”: la nuova puntata su Facebook e Youtube
Olimpia Castello, il commento del presidente Massimo Ramini