La Sella Cento non centra l’accesso alle Final Four di Supercoppa LNP venendo sconfitta alla Baltur Arena dalla Real Sebastiani Rieti. I biancorossi iniziano la partita con il solito quintetto formato da Palumbo, Mussini, Toscano, Archie e Benvenuti; i laziali rispondono con Johnson, Hogue, Sarto, Raucci e Frattoni.

Palla a due vinta dagli ospiti che falliscono il primo tiro, dall’altra parte Palumbo si prende una bella iniziativa e si butta a canestro sfruttando i centimetri e subendo fallo; il primo canestro dal campo della partita è firmato da Toscano. Il primo canestro della squadra laziale viene finalizzato dall’americano Hogue, nell’azione successiva dopo una buona difesa su Mussini, Raucci subisce il fallo di Benvenuti e si porta in lunetta siglando il 2/2. Primo giro di cambi per la Sella Cento che deve far fronte alle corte rotazioni per le assenze di Bruttini e Bocevski fuori per infortunio e all’Mvp della scorsa partita Ty Sabin; Federico Mussini che si prende più responsabilità e segna in penetrazione rovesciata. Prima frazione di gioco poco precisa per i due quintetti, complice sicuramente i pochi giorni di riposo, Johnson si sblocca dai 6.75 per Rieti dopo due errori, ma è la guardia di casa Mussini che si prende la scena con la bomba da distanza siderale allo scadere dei 24 secondi subendo anche il fallo; è gioco da 4 punti. Spanghero tiene a contatto Rieti con un 2/2 ai liberi e un tiro dal gomito dopo una brutta difesa centese, i primi 10 minuti dicono 13 a 12 Rieti.

Secondo quarto che si apre con due triple di Rieti, una dell’ex Udine Nobile, l’altra di Ancellotti; Archie segna un canestro di notevole peso specifico in fadeaway per fermare il parziale laziale seguito da un’altra tripla di Mussini in transizione che riporta Cento a contatto. Rieti torna a segnare da due con un bell’alto-basso di Ancellotti per il layup del serbo Petrovic; è evidente la rotazione corta a 7 uomini della Sella che fa fatica a difendere aggressivamente perdendosi anche Italiano che segna da 3. L’attacco biancorosso torna a segnare con la schiacciata da fondo campo di Kuuba assistito dal solito Mussini, pesante il terzo fallo commesso da Benvenuti che assottiglia maggiormente la batteria dei lunghi centesi e concede il bonus a Rieti che dilaga con la tripla da più di 7 metri di Nobile. Palesi le difficoltà fisiche di Cento che chiude il secondo quarto con un 3/18 da tre e soprattutto con un parziale che la vede sotto 23 a 39.

La Sella Cento ha bisogno di una scossa nel terzo quarto, e arriva dal fallo tecnico subito dalla panchina ospite che lucra i primi due punti del secondo tempo per Benvenuti, poi due ottimi possessi difensivi producono tre punti dalla lunga distanza segnati dal solito Mussini. Ottimo l’approccio centese in uscita dagli spogliatoi che allunga il parziale di 7 a 0 con il long two di Benvenuti, Rieti ferma l’emorragia in attacco con Johnson da due punti e con il contropiede di Spanghero. Dopo la fiammata biancorossa dei primi minuti sembra che le mani della Benedetto si siano raffreddate, malgrado la fluidità offensiva produca ottimi tiri; dall’altra parte Johnson completa il two and one subendo il quarto fallo di Toscano. Archie subisce un contatto di gioco al ginocchio ed è costretto a lasciare il campo rimaneggiando ancora di più la Sella, malgrado gli infortuni e le difficoltà, i giocatori centesi vogliono vendere cara la pelle e si portano 51 a 41 alla fine del terzo quarto, grazie alla tripla da centrocampo di Mussini sulla sirena.

L’ultima frazione si apre come si era chiusa quella precedente con la quinta tripla di Mussini dall’angolo dopo aver battuto il suo uomo con due crossover; Rieti risponde con la stessa arma segnando dalla lunga distanza con Italiano riportando gli ospiti sul +13. Johnson segna da tre punti due volte di fila allungando sul +21 Rieti e mandando alle corde una Sella Cento stanca e in evidente difficoltà fisica dovuta sia ai carichi di lavoro della preparazione che alle fatiche della trasferta contro la Fortitudo di sabato scorso. Nonostante le difficoltà, le problematiche dovute agli infortuni e la partita ormai indirizzata verso Rieti, la Benedetto dimostra di non voler lasciare nulla al caso e continua a provare schemi offensivi, giocando con notevole spirito di sacrificio e abnegazione. Negli ultimi minuti segnano anche i giovanissimi Bucciol per Cento e Bertocco per la Real Sebastiani che, al netto delle attenuanti centesi, ha pienamente meritato la vittoria, assicurandosi il pass per le Final Four di Montecatini. Finisce 71 a 49 per Rieti.

Tabellini:
Sella Cento: Mussini 27, Moreno, Toscano 4, Kuuba 3, Archie 2, Benvenuti 8, Bruttini, Magni, Palumbo 3, Bucciol 2.
Real Sebastiani Rieti: Johnson 18, Raucci 3, Sarto 3, Hogue 9, Bertocco 3, Petrovic 4, Nobile 10, Italiano 10, Ancellotti 4, Spanghero 7, Frattoni.

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
BASKETBALL SPORTS BETTING NEI CASINO' NON-AAMS