ANADOLU EFES ISTANBUL - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 99-75 (26-15, 50-29; 73-54)

La spia della riserva sembra essersi accesa improvvisamente in casa Virtus, e probabilmente non è un caso che il primo vero momento di down della stagione arrivi in occasione del “doppio doppio turno” di Eurolega e delle quattro trasferte consecutive.

Stasera a Istanbul, contro una squadra con grande fame di vittoria dopo sette perse in fila, nel primo tempo la Virtus sostanzialmente non c’è stata, ed è affondata anche a -23 praticamente senza colpo ferire, perdendo 12 palloni, un’enormità. Dopo la pausa i bianconeri hanno giocato meglio, provando anche a difendere. Ma la situazione era già gravemente compromessa, e comunque l’Efes ha risposto colpo su colpo, riuscendo a togliersi una scimmia enorme dalla spalla e dilagando nel finale fino al +24 della sirena finale.

La notizia migliore in casa bianconera – probabilmente l’unica di serata – è il ritorno in campo di Jordan Mickey, che è parso già in buone condizioni. Il lungo texano servirà parecchio nelle prossime settimane. Ora la prima cosa da fare è recuperare le energie, sapendo che la prossima settimana si torna a giocare a un ritmo “normale”.

La cronaca

Banchi parte con un’inedita coppia di lunghi, Polonara-Zizic, i due ex di partita.  Dopo un inizio equilibrato la Virtus perde troppi palloni (7 nel quarto) e l’Efes vola a +8 (19-11). Belinelli – tra punti e assist – è l’unico a provare a fare qualcosa, ma Thompson è un rebus insolubile: 26-15 Efes al primo stop.

Nel secondo quarto la Segafredo va in rottura prolungata e totale, e affonda a -19 (36-17) sotto le triple avversarie. Banchi fa esordire Mickey e Lomazs, ed entrambi partono bene. Cinque in fila per il primo, canestro e fallo per il secondo. Dietro però non si tiene nessuno, ma davvero nessuno. E così i padroni di casa tornano facilmente al ventello, e dilagano fino al +23. 50-29 Efes a metà, dopo un’azione devastante da quattro rimbalzi d’attacco consecutivi turchi. 12 palle perse a 1, il dato più eclatante.

dunston

Dopo la pausa i bianconeri ci provano, con alcuni minuti di difesa migliore e alcuni recuperi. Ma lo svantaggio resta sempre attorno al -20, perché l’Efes risponde colpo su colpo. Se non altro il terzo  quarto è vinto dalla Segafredo, che al 30’ è sotto 73-54.

Ultimo quarto: ci prova Lundberg, ma ancora una volta l’Efes è caldissimo da tre e resta a distanza di sicurezza. Sostanzialmente è garbage time, e comunque l’attacco turco non è fermabile, con Thompson che fa quello che vuole. Coach Banchi chiama timeout anche alla fine, e alza la voce chiedendo di giocare fino in fondo, perché è una questione di disciplina. Ma i buoi sono ampiamente scappati, e finisce 99-75.

Tabellino

ANADOLU EFES ISTANBUL - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 99-75 (26-15, 50-29; 73-54)

Istanbul: Larkin 11; Beaubois 9; Bryant 21; Oncel 1; Thompson 26; Yildizli NE; Pleiss 6; Osmani 0; Oturu 6; Daum NE; Willis 9; Jones 10. All. Can

Bologna: Cordinier 9; Lundberg 14; Belinelli 10; Pajola 5; Lomazs 3; Shengelia 3; Hackett 6; Mickey 12; Polonara 5; Zizic 2; Dunston 4; Abass 2. All. Banchi

 

Oggi "Euromario", il martedì alle 18 su Radio Basket Italia
Efes Istanbul - Virtus Segafredo Bologna, le pagelle