Massimo Zanetti Beverage Group cederà il 50% delle quote societarie a QuattroR, fondo di Private equity che sottoscriverà un aumento di capitale da 90 milioni e avrà la maggioranza dei diritti di voto. L'idea è che il fondo resti nel capitale sociale per 3-4 anni poi poi uscire, grazie ai ritorno in Borsa del gruppo Segafredo, anche se non a Milano.

Lo ha spiegato lo stesso Zanetti, che ne ha parlato al Corriere del Veneto.

La ricapitalizzazione condotta dallo stesso Zanetti con risorse personali - pari a 50 milioni - non è stata ritenuta idonea dalle banche dopo un terzo anno di bilanci non belli.

Zanetti resta presidente

Ora QuattroR esprimerà l’amministratore delegato nella figura di Pierluigi Tosato mentre io rimarrò presidente. Al termine dell’esperienza, la famiglia continuerà senz’altro a rimanere proprietaria del gruppo e provvederemo a quotare nuovamente Mzbg in Borsa, ma non in quella italiana. La nostra presenza è in tutto il mondo e quindi pensiamo a piazze come New York o Singapore.
È chiaro che rimanendo con il 50% il mio impegno sarà diluito ma, del resto, ho 75 anni. Poi se i miei figli avranno intenzione di seguire la stessa strada, bene; altrimenti decideranno loro come comportarsi

La strada comunque oggi pare già in discesa. 

Le imprese di questo comparto si stanno tutte riprendendo. Chiuderemo il 2023 con un fatturato superiore a quello record dello scorso anno ed un Ebitda di 48 milioni. È un peccato dover ricorrere a partner esterni proprio ora, ma la posizione delle banche va compresa.

“Salotto Bianconero”: la nuova puntata su Facebook e Youtube
La Sella Cento sconfitta a Piacenza: punteggio finale 77-59