STELLA ROSSA BELGRADO - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 94-79 (21-23, 48-42; 74-65)

Continua la crisi della Virtus, che viene sconfitta anche a Belgrado e ancora non è matematicamente qualificata ai play-in. A casa di una squadra già eliminata, e che almeno nel primo tempo ha giocato con atteggiamento abbastanza “leggero”, era onestamente lecito attendersi qualcosa – anzi molto - di più. Perché le assenze di Hackett e Cordinier c’erano ancora – ed erano pesanti – ma dietro i bianconeri non hanno sostanzialmente mai tenuto (94 punti subiti), e nel primo tempo avrebbero dovuto approcciare con ben altra grinta, vista la posta in palio. C’è davvero poco da salvare. Shengelia (25) ha fatto una gran partita, i lunghi invece non hanno mai capito come gestire l’atletismo di Bolomboy, e pensando soprattutto alla pessima partita di Mickey viene da chiedersi perché non provare mai Zizic. Nedovic (25 e 7 assist) è stato un rebus insolubile e Teodosic ha giocato una tipica partita “da ex”, castigando i suoi ex compagni con 11 e 9 assist in 16’. Va ripetuto: questa sera ci si aspettava molto di più.

La cronaca

Il primo quarto è veloce, e a difese abbastanza allegre. Si corre tanto, si segna abbastanza. La Virtus tira tanto da tre, e al primo stop è avanti 21-23.

I bianconeri toccano anche il +5 un paio di volte, ma non riescono mai a staccarsi, e in particolare Mickey combina parecchi guai. Shengelia invece è quasi infallibile. Il finale di tempo però è un 6-0 della Stella Rossa, con tripla sulla sirena di Teodosic: 48-42 a metà.

Dopo la pausa i padroni di casa arrivano rapidamente al +10, trascinati da Nedovic. La Virtus però reagisce, e impatta a quota 61 sulle ali di Shengelia e Lundberg. Il controparziale biancorosso però arriva immediatamente: Teodosic guida i suoi, e arriva un altro 11-0 Stella Rossa. Data l’insipienza di Mickey Banchi prova il quintetto piccolo con Shengelia da numero cinque: 74-65 serbo al 30’.

Ultimo quarto: Mickey mostra il meglio e il peggio di sé in due azioni consecutive, prima una gran stoppata e poi un fallo sciocco che regala un 2+1 a Mitrovic. Il texano finisce poi fuori per cinque falli, e poco dopo tocca a Pajola. La Virtus resta sempre dietro, prova a riavvicinarsi con una tripla di Belinelli, che dopo dopo è beffato dal ferro sul tiro del possibile -3. E la partita finisce qui. Teodosic prima lucra due liberi, poi manda a schiacciare Bolomboy. Il finale è tutto di marca serba: la Stella Rossa dilaga, e chiude 94-79

STELLA ROSSA BELGRADO - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 94-79 (21-23, 48-42; 74-65)

Stella Rossa: Smart 0; Lazarevic 0; Teodosic 11; Hanga 3; Davidovac 11; Mitrovic 10; Tobey 7; Bolomboy 15; Ilic 5; Nedovic 25; Giedraitis 7; Gillespie NE. All. Sfairopoulos

Bologna: Lundberg 15; Belinelli 14; Pajola 5; Dobric 2; Mascolo NE; Lomazs 3; Shengelia 25; Mickey 8; Polonara 0; Zizic NE; Dunston 2; Abass 5. All. Banchi

Oggi su Rete8 qsvs (canale 81 del dtt) "Basket Land", alle ore 22.45
Halftime: Stella Rossa Belgrado - Virtus 48-42