Le parole dei coach a fine partita

Attilio Caja - Fortitudo

Avevamo di fronte un avversario di alto livello, con giocatori che ho allenato e quindi conosco, per cui sapevo che sarebbe servita una ottima partita. Difensivamente siamo stati ai limiti della perfezione, con grande approccio e tecnica di esecuzione. Siamo stati molto attenti, ci siamo applicati, in ogni azione li abbiamo messi in difficoltà. Volevamo fare del nostro meglio, ci siamo riusciti: la migliore prova difensiva dell'anno, non so se globalmente siamo stati pari ad altre occasioni, ma i ragazzi sono andati benissimo, Freeman ha dominato sia davanti che dietro, e tutta la squadra ha sopperito all'assenza per falli di Aradori. C'è stato un piccolo passaggio a vuoto in attacco nel finale, ma non li abbiamo fatti rientrare. E sono contento che il pubblico abbia apprezzato il nostro lavoro sui recuperi: lavoriamo per dare giornate belle a chi ci dà fiducia. Tanti rimbalzi d'attacco, siamo stati bravi: vero che quando si sbaglia qualcosa ce ne sono di più, ma siamo stati presenti. Come noto anche 19 assist su 27 canestri, un fatto molto buono, così come 17 palle perse da loro, altro dato importante. Loro avevano 81 punti di media, il nostro obiettivo era limitarli. Morgillo? Buon apporto difensivo, 10' estremamente interessanti e utili senza fare cose mirabolanti ma che, con attenzione, può fare sempre. Bello che anche lui possa dare gratificazioni. Non siamo stanchi, forse qualcuno lo ha detto ma se uno fa vita sana e si allena le cose vanno così. Anni fa si giocava in 7, non è una novità: due anni fa Cinciarini mi giocava 40' in campionato e 35' in coppa, e non aveva problemi. So quello che faccio. La qualificazione in Coppa Italia? Non ci pensiamo, ora abbiamo un calendario difficile, prendiamo quello che c'è e cerchiamo di migliorare. Oggi ad esempio sono andati bene Giordano e Morgillo, c'è bisogno di tutti, e non abbiamo altro obiettivo se non quello di fare meglio partita dopo partita. Quindi pensiamo solo alla prossima. Io ho giocato contro Danilovic e Ginobili, ma ho rispetto per tutti quelli che affronto, chiunque. 

Caja
Caja - Foto Mauro Donati

Adriano Vertemati - Udine

Sconfitti sull'intensità e sulla difesa, non avessi visto i miei in altre occasioni potrei essere preoccupato, ma questa volta loro sono stati meglio di noi, per cui complimenti alla Fortitudo.

 

Alessandro Pedone - Presidente Udine

“Udine è una squadra di galantuomini, che ci tengono alle buone maniere. Abbiamo pertanto fatto di tutto per restituire la cortesia ricevuta all’andata dalla F, mettendo in scena un tunnel degli orrori mai visto prima. Complimenti a Bologna, buon anno a tutti. Rientriamo velocemente in noi stessi e  testa e cuore al derby di venerdì prossimo!”.

 

Il video grazie a Sport Press

 

 

Oggi "Euromario", il martedì alle 18 su Radio Basket Italia
Priftis, "La Virtus è la squadra più in forma dell'Eurolega"