Le parole di Valerio Antonini alla sua televisione, Telesud Trapani.

"Ora ci facciamo rispettare da tutti. Siamo vicini a qualcosa di storico, di impensabile a inizio stagione, e non permettiamo a nessuno di ribaltare la realtà: noi li abbiamo ospitati, abbiamo ospitato i loro tifosi, che tifosi non sono, e purtroppo questa situazione è diventata volontariamente incandescente, non per causa nostra. La mia persona ha subito numerose minacce, e anche Julio Trovato: salendo in macchina, lunedì sera, sono stato assediato da tifosi Fortitudo che non so come siano potuto entrare in quella zona, e mi hanno insultato dicendo che mi aspettavano a Bologna. Non voglio fare la fine di illustri predecessori che sono stati maltrattati, e non voglio essere insultato da quella massa di ignoranti che guarda la partita a torso nudo, che lancia birra sul parquet e che vuole entrare a prezzi bassi. Il basket deve essere un momento di gioia, a noi piacciano i tifosi corretti, questi invece si sono scelti il prezzo del biglietto. E l'episodio più grave è stato con il loro coach: si è comportanto in maniera fuori dalle righe, assieme ad alcuni giocatori della Fortitudo tanto che uno ha preso una ammenda. Ha detto a più persone della nostra dirigenza che non sarebbe venuto in conferenza stampa, io ho aspettato 40' e poi lui è arrivato urlando, rivolgendosi con epiteti. Fuori dalle telecamere ha chiesto scusa al nostro responsabile comunicazione, ma questo non lo ha detto e i bolognesi ci hanno ricamato. Ma la verità trionfa sempre, e se la gente si inventa qualcosa con me fa poca strada. Con me si sono comportati male, hanno rosicato, chi perde può avere momenti sopra le righe ma bisognerebbe poi tornare al giusto equilibrio. Non è giusto che io non possa festeggiare in caso di vittoria, è un'ombra bruttissima”

Hai avuto paura? “Sono andato via correndo, potevano rovinare la macchina e tirarmi birra. E le Forze dell'ordine non hanno fatto niente”

Te lo aspettavi, il non poter andare alla partita. “Speravo che Bologna stemperasse i toni, ma non hanno fatto nessun comunicato, se non dirmi a telefono che era tutto a posto. Tutto a posto un bel niente, basta vedere su Facebook come i tifosi Fortitudo stiano portando alla follia questa finale. Ma io mi faccio rispettare”

I tifosi di Trapani vorrebbero dare in beneficienza la differenza tra costo biglietti. “E' la differenza tra tifo sano e tifo malato. Pure io sarei fatica a gestire quel tipo di tifoseria, ma la società bolognese non ha fatto nessun comunicato. E, comunque, anche se sono certo che vinceremo, in caso di gara 5 loro a Trapani non verranno mai”

Dove sarai, durante la partita? “In piazza con i tifosi. Faremo una gran partita, abbiamo il record di vittorie in A2 di tutti i tempi, 21 su 22 in casa. Ci deridevano, ma ora siamo ad un passo da un sogno costruito mattone su mattone. Vincendo in gara3 daremo un taglio a tutto, i giocatori sono stati presi per questo."

E' la rivincita del Sud. “Mi ricordo quello che diceva Maradona, gli insulti, le minacce e gli sputi quando giocava al Nord, come a Verona. E' sempre successo, è un razzismo che poi nello sport si traduce in questo. Lo abbiamo visto su alcuni commenti, siamo stati definiti africani. Capita quando qualcuno vuole vincere dando fastidio al sistema. La Sicilia ha potenziale, si può investire grazie al Governo, ma sarà l'unica regione a portare il Pil in positivo”

Le cose sono cambiate, 120mila euro di incasso in una partita. Sei uno stimolo per tutto l'ambiente. “Mi sono accorto che il basket è uno sport pieno di farisei, di finto buonismo che poi nei momenti decisivi diventa tutt'altro. Si gioca per vincere, non per partecipare. Io sono un nuovo sistema di fare sport, dedicato esclusivamente al risultato, ho rapporti diretti con i giocatori, li stimolo, non mi perdo gli allenamenti determinanti. C'era bisogno di questo, nel calcio dopo una sconfitta ho parlato con i giocatori e dopo hanno vinto tre partite di fila. I ragazzi sanno dove vanno a mangiare, a dormire, dove sono alla sera, e questo li rende consapevoli che fanno parte di qualcosa di molto serio. Cose che forse non aspettavano, in una città dove le società precedenti erano fallite. Il presidente conosce tutti gli aspetti, e cerca di risolverli. Saremo l'unica realtà sportiva, tra calcio e basket, in serie A, e l'intera regione dovrà identificarsi in noi. Affrontando e cercando di vincere il campionato, perchè stiamo creando una squadra da primi 4 posti comprando giocatori da squadre importanti. Saremo una bandiera della Sicilia, e alcune partite verranno giocate in altri palazzetti della regione per portare il basket in giro. Abbiamo una missione storica, prendere tifosi da tutta la Sicilia e avere un progetto finanziariamente credibile. Le mie critiche alla stampa? A volte leggo attacchi scandalosi, che non possono essere lasciati così. Tp24 verrà denunciata, ha buttato fango su di me e sugli Shark, inventando parole di sana pianta: è inaccettabile, i giornalisti non possono scrivere qualsiasi cosa. I fatti devono essere riportati come sono, altrimenti non è un servizio ma un attacco per motivi sconosciuti”

Il party organizzato prima della fine della stagione? “L'ho fatto apposta, e chi si lamenta fa il mio gioco. Sto tirando fuori armi che avrei dovuto tenere nascoste. Ignoranza gialloblu (sito torinese, ndr) ci prende in giro ma la società ha fatto una brutta fine, come chiunque mi attacca; Mascio di Treviglio con me è stato vergognoso: ci vuole fegato. Grazie a Dio l'anno prossimo non li vedrò più. Tra calcio e basket stiamo vincendo in tutta Italia, con risultati programmati e annunciati: non possono festeggiare?"

Hai la sfera di cristallo. “Ci sono presidenti che si impegnano, penso a De Laurentiis e Lotito che fanno investimenti inferiori a quelli del Nord. E' giusto festeggiare, c'è gente con le maglie granata ovunque, trasferte incredibili come quella di Roma che abbiamo poi perso. E io devo chiedere il permesso per festeggiare? Chiedere il permesso a Caja altrimenti si offende? Ha attaccato il poster della festa nello spogliatoio, ma sai cosa mi interessa a me di quello che fa Caja?”

Prossima stagione? “Grandi acquisti, per il basket in A e il calcio in C. E non voglio che le mie parole vengano manipolate da articoletti. In città girano novelle sulla mia vita personale, marea di cazzate e mi sto innervosendo perchè si perde il controllo”

Non ti curar di loro. “Assolutamente sì. Il mio solo obiettivo è vincere, e dico anche che le squadre chiudono con bilancio in attivo. E la stampa trapanese deve difenderci: più forti diventeremo, più antipatici saremo”

E' stato difficile portare Elettra Lamborghini a Trapani? “Difficilissimo, più che portare Donald Trump ad un comizio. Poi ci sarà Barbara D'Urso, sarà una festa dei trapanesi, con i pullman scoperti, vendita di bandiere, per accompagnare le due squadre dentro lo stadio e iniziare la festa”

Come hai fatto a trovare equilibrio nello sport dopo gli innesti di mercato? “Fondamentali alcuni elementi. La totale sintonia tra presidente e dirigenti, i giocatori non devono sentire nessuna distonia. Poi, tutti devono riconoscersi nel progetto perchè se si identificano ti seguono. La vita di un giocatore è molto breve, 12-13 anni, e se puoi vivere stagioni come queste subentra il capire che è una opportunità importante. Anche nell'orologio abbiamo giocato partite che non servivano a nulla, ma la squadra andava in campo e vinceva”

Nel programma si è parlato di un tifoso avversario della Fortitudo che, durante scontri, avrebbe perso le dita nel gennaio 2017, si è mostrata la porta rotta da Ogden nel dopo gara2, e di quando a Marsala i bolognesi avrebbe mostrato il sedere per contestare la propria società.  Ricordando poi i precedenti di Maione e Bragaglio.

 

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Gli highlights di Virtus - Milano, gara 1