Terza sconfitta in fila in Eurolega, e digiuno in trasferta che dura ormai da due mesi e mezzo. La Virtus purtroppo è arrivata in una settimana chiave della stagione senza due titolari, e ieri a Kaunas non è riuscita a vincere.

Per un tempo i bianconeri erano stati pressoché perfetti, tra l’altro con ottimo contributo di chi solitamente gioca meno, o anche nulla. Sono stati importanti Dobric all’inizio - poi per tutta la partita Abass e Lomazs, che è al primo vero acuto stagionale, mentre l’altro innesto in corsa, Zizic, continua a essere un oggetto misterioso, per usare un eufemismo. 

Nel secondo tempo però lo Zalgiris è venuto fuori, e ha segnato ben 53 punti, contro gli appena 32 bianconeri, che nel finale di partita hanno anche manifestato parecchio nervosismo per alcune scelte arbitrali, con l’espulsione di Banchi e la rabbia di Shengelia dopo il quinto fallo.

La classifica - in attesa delle partite di oggi - dice ottavo posto: la Segafredo è stata raggiunta dal Maccabi, che ha il doppio confronto a favore. La nona - Baskonia - segue a una vittoria di distanza, e i bianconeri la affronteranno in casa all’ultima giornata.

A quattro giornate dalla fine della regular season, il playoff diretto sembra diventato decisamente difficile da raggiungere - e onestamente le prime sei hanno un roster più attrezzato (e costoso), e alla lunga questo sta facendo la differenza - anche se una rivale diretta come il Panathinaikos dovrà venire a Bologna. 

Il play-in invece è ampiamente alla portata: non tutte le posizioni però sono uguali. Sarebbe fondamentale arrivarci da settimi o almeno da ottavi, in modo da avere due possibilità di andare ai playoff, mentre la nona e la decima dovranno vincere due partite per farcela. Perchè questo si realizzi, occorre tornare a muovere la classifica. Vincere venerdì a Belgrado - contro una squadra che non ha più nulla da chiedere - diventa fondamentale. Per quel giorno, la Virtus spera di recuperare qualcuno. 

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
La Virtus under 18 all'Adidas Next Tournament di Dubai