"PALA RUGGI" - Torna alla vittoria, in casa propria, la Virtus Neupharma Imola, vincendo la gara di nervi contro la Virtus Padova durata un tempo: nel secondo, infatti, Aglio e compagni prendono una distanza notevole dai veneti e concludono sul 99-71. Coach Zappi sceglie Fiusco, Magagnoli, Masciarelli, Chiappelli e Ohenhen nel quintetto iniziale.

Cronaca

Si lotta, dall’inizio, punto a punto: per i padroni di casa, la vena realizzativa porta i cognomi di Masciarelli e Chiappelli, mentre da parte ospite Ferrari e Antelli. È una frazione che, appunto, mette in risalto i rispettivi attacchi, ma all’interno dell’area: solo tre i punti segnati dai 6.75 metri. Nel finale, quando ognuna delle due squadre non riesce mai ad avere un vantaggio corposo e i bonus giocano un ruolo fondamentale, il risultato non poteva essere diverso dal pareggio: 24-24.

Ad accelerare, con un piccolo parziale di 5-0, ci pensa capitan Aglio, che permette ai suoi di salire sul +5 (29-24), con il vantaggio ritoccato da Ohenhen. Si accenda la partita: Osellieri accorcia, ancora Aglio risponde e apre la sfida dei tiri da tre fra Cecchinato e Fiusco (37-31) che inizia a concludere il primo tempo. La Virtus chiude in vantaggio, con la media di un canestro su due all’interno dell’arco, provandoci molto meno dalla lunga distanza (4/10) ma registrando un dato più alto rispetto a quello di Padova (4/18). A sfondare la doppia cifra, tutti a dieci punti personali, Chiappelli, Scanzi e Ferrari. 

Rallentano, almeno inizialmente, le produzioni offensive, che però sorridono ai gialloneri: 50-45 dopo i primi 3’ di gioco, anche se con tre falli di squadra che influenzano il prosieguo della frazione. La tripla di Magagnoli mette fine a due giri di lancette senza canestri per entrambe le squadre, con la conseguenza del time-out veneto sul +10 imolese (55-45). Osellieri non ci sta, interrompe il digiuno di Padova, Ohenhen rispedisce la Virtus sulla doppia cifra di vantaggio (59-49), con Morara che firma il +12 (64-52) con una tripla pesantissima.

Nell’ultimo quarto, i ragazzi di Zappi prendono il largo: Aglio – anche lui – prende per mano la squadra che vola, esattamente a metà frazione, a +21 (81-59). Il 17/34 da due è abbastanza eloquente per una squadra spinta tra le proprie mura di casa, così come il 10/26 da tre: la Virtus Padova molla proprio da questo punto di vista – dai 6.75 metri (6/23) – e non si stacca praticamente mai dai (circa) 20 punti di differenza.

Prossimo appuntamento domenica 7 gennaio 2024 in casa dell’Andrea Costa Imola.

 

TABELLINO

Virtus Neupharma Imola-Pallacanestro Virtus Padova 99-71 (24-24; 44-40; 64-52)

Virtus Neupharma Imola: Masciarelli 17, Fiusco 3, Dalpozzo, Aglio 16, Morara 9, Magagnoli 12, Morina 1, Chiappelli 12, Alberti, Barattini 13, Balciunas 3, Ohenhen 13. Coach: Zappi

Pallacanestro Virtus Padova: Cecchinato 8, Schiavon 3, Molinaro n.e., Padovani, Osellieri 6, Ius 12, Ferrari 12, Scanzi 17, Marchet, Bianconi 5, Antelli 8, Guevarra n.e. Coach: De Nicolao


Arbitri: Scarfò di Palmi (RC) e Migliaccio di Catanzaro
Note: 1Q 24-24; 2Q 20-16; 3Q 20-12; 4Q 35-19

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
Virtus Segafredo Podcast: episodio con Luca Baraldi