Terminata la finestra FIBA di qualificazione a Eurobasket 2025, la Virtus accoglierà oggi i suoi ultimi nazionali e domani potrà preparare la sfida di Eurolega di giovedì sera contro Valencia.
Due settimane esatte senza partite - in un stagione dai ritmi frenetici come questa - sono un evento più unico che raro, e possono avere risvolti positivi, in particolare per il recupero energie dei veterani che sono rimasti ad allenarsi a Bologna (Belinelli, Hackett e Dunston) e per la crescita di chi è arrivato da poco, Zizic. Il rovescio della medaglia è che il livello fisico e di stanchezza che coach Banchi ritroverà è decisamente diseguale, dato che alcuni giocatori sono stati letteralmente spremuti in Nazionale: con la Danimarca Lundberg ha giocato 80 minuti sugli 80 disponibili, Shengelia 73 con la Georgia. Inoltre, la Virtus da oggi è al completo, ma ha pochissimo tempo a disposizione per preparare una partita decisiva per il cammino in Eurolega, sostanzialmente solo l'allenamento di domani.

Arriva Valencia

Alla fine della regular season mancano otto giornate. La Virtus è in piena corsa per un posto nelle prime sei - che vale l'accesso diretto ai playoff - e per conquistarlo "tenere il servizio" in casa sarà fondamentale. Alla Segafredo Arena arriveranno nell'ordine Valencia, Real Madrid, Panathinaikos e Baskonia. Quella di giovedì sera, contro la squadra dell'ex Semi Ojeleye, sulla carta è la partita più abbordabile, ma bisognerà prestare particolare attenzione contro una squadra in piena corsa per il play-in. I margini di errore, a questo punto, sono praticamente nulli.

Dove vederla

Virtus Segafredo Bologna - Valencia Basket si gioca giovedì alle 20.30, diretta Sky Sport, DAZN e Nettuno Bologna Uno

 

Oggi "Virtussini siamo noi" su Radio Basket Italia
Morte di Gilberto Sacrati, la Procura non dispone l'autopsia