VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – VANOLI CREMONA 93-85 (20-23, 49-53; 73-69)

Dopo un primo tempo inguardabile dal punto di vista difensivo, la Virtus si scuote e – con un atteggiamento totalmente diverso nel secondo tempo – batte Cremona e resta in piena corsa per il primo posto. E’ stata una questione mentale, sicuramente. Le scorie della beffa di Baskonia sicuramente si sono fatte sentire all’inizio, ma dopo la pausa la Segafredo è scesa in campo con la faccia giusta, e giocando una partita “brutta, sporca e cattiva” ha inceppato l’attacco avversario - che nel primo tempo aveva segnato l’enormità di 53 punti - e si è presa una vittoria importante per la classifica e per il morale, prima del difficilissimo spareggio di Istanbul. Nel finale i bianconeri avevano provato nuovamente a complicarsi la vita, facendo rientrare la Vanoli a -4, ma una tripla di Marco Belinelli, MVP con 21 punti, ha chiuso definitivamente i giochi. Vittoria che ci voleva. 

Cronaca

La partenza è in salita, 4-11 con discrete difficoltà difensive. Belinelli e Shengelia provano a riavvicinare i bianconeri, ma dietro i problemi continuano. 20-23 al 10’.

Nel secondo quarto la Virtus continua a fare grossa fatica in difesa. Cremona gioca bene e arriva il -9 (30-39). Poi improvvisamente si accende Lundberg, che grazie anche a un recupero volante di Pajola propiziano un 8-0 per il 38-39. Però la Vanoli resta avanti, trovando spesso e volentieri canestri facili: 49-53 a metà. 

Dopo la pausa, la Virtus gira le viti dietro. Banchi trova finalmente un quintetto che funziona, con Hackett, Cordinier e Belinelli. Con sudore e fatica arriva la parità, a quota 62 dopo schiacciata di Cordinier, e poi il primo vantaggio con Belinelli. Un canestro e fallo di Pajola fissa il risultato sul 73-69 al 30’. 

Ultimo quarto: lentamente la resistenza di Cremona si sgretola, mentre Polonara e Dunston guidano la Segafredo al +10 (82-72). Gli ospiti non mollano, e tornano a -6, e Pecchia sbaglia tre liberi in fila che avrebbero potuto complicare decisamente le cose. L’attacco bianconero si ferma e Lundberg sbaglia parecchio. Eboua segna il -4 a 1’04. Ci pensa però Marco Belinelli, con la tripla decisiva a 42”. Sospirone di sollievo, e vittoria 93-85.

Il Tabellino

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – VANOLI CREMONA 93-85 (20-23, 49-53; 73-69) 

BOLOGNA: Cordinier 2; Lundberg 15; Belinelli 21; Pajola 8; Mascolo 0; Lomazs NE; Shengelia 8; Hackett 7; Polonara 10; Zizic 11; Dunston 9; Abass 2. All. Banchi

CREMONA: Eboua 17; Davis 15; Pecchia 2; Denegri 12; Galli NE; Lacey 8; Piccoli 6; Mccullogh 8; Golden 15; Zanotti 2. All. Cavina

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Halftime: Virtus Segafredo - Vanoli Cremona 49-53