Definirlo semplicemente blackout sarebbe riduttivo, quell’approccio sbagliato della Virtus Bologna ogni volta che inizia una partita di Eurolega. Definiamolo piuttosto distrazione, nervosismo oppure imprecisione che, se meglio controllata, avrebbe permesso ai bianconeri di occupare un posto in classifica ben più nobile rispetto al quinto. È vero che i bianconeri il più delle volte sono stati in grado di riprendere in mano gare più che compromesse, come a dicembre contro il Barcellona, quando al terzo quarto dopo essere stati sotto di dieci punti hanno pareggiato e infine trionfato. Oppure contro l’Olympiacos, quando nell’ultimo quarto a cinque minuti dalla fine si sono ritrovati distanti sette lunghezze e, come se nulla fosse, si sono “resettati”: la distrazione è divenuta concentrazione, il nervosismo sicurezza nei propri mezzi, l’imprecisione alta precisione. Ennesimo ribaltone da cardiopalma, ennesimo successo. Tuttavia, questa magia non poteva durare in eterno, e infatti la Virtus ha dovuto alzare bandiera bianca in tre gare su quattro, contro Monaco, Barcellona e Fenerbahçe. In quest’ultimo caso l’ottava sconfitta in Eurolega è più il frutto delle assenze di Shengelia e Belinelli che di una prestazione sottotono, considerando i 17 punti di Lundberg, gli 11 di Hackett e i 12 di Abass. Discorso diverso invece per quanto riguarda gli 84 punti del Barcellona contro i 57 delle Vu Nere; qui più che di blackout bisogna parlare di totale inconsistenza del quintetto italiano e delle sue riserve. E a fine mese Bologna se la vedrà contro il Valencia, contro cui dovrà imporre il proprio ritmo di gioco sin dalle prime battute, sempre se vorrà vincere. Mai come questa volta un inizio di gara convincente farà la differenza. 

Un appuntamento decisivo

Nonostante un cammino in Europa piuttosto altalenante, soprattutto all’inizio di questo nuovo anno, con 3 vittorie su 8 partite disputate, la Virtus Bologna contro il Valencia parte favorita. Stando infatti ai principali pronostici Eurolega, il fatto di giocare in casa darà un grosso vantaggio ai bianconeri. Non solo, il Valencia in generale sta vivendo un periodo davvero difficile, come dimostrato dalle ultime tre sconfitte consecutive tra campionato e coppa. La più clamorosa è senza dubbio quella maturata contro l’Olympiacos; dopo un primo tempo equilibrato, gli spagnoli nella seconda parte di gara si sono disuniti, regalando ai greci un parziale piuttosto inspiegabile di 11 a 0. Ricordare che l’Olympiacos è la bestia nera del Valencia – 8 vittorie su 8 quando è ospite in terra spagnola – non aiuta, ma può aiutare la Virtus analizzarne la partita, in particolare il terzo quarto. Nell’ultimo quarto, invece, l’incontro non aveva più nulla da dire.

Le triple di Belinelli e Abass saranno molto utili

L’arma in più che le Vu Nere hanno a disposizione per trionfare durante il prossimo turno di Eurolega sono le triple di Belinelli e Abass. Le stesse viste contro Scafati, che hanno permesso di spezzare il ritmo partita e, soprattutto, di togliere ogni convinzione nei propri mezzi all’avversario, che comunque ci ha provato in tutti i modi nonostante la differenza dei valori sul parquet. Chiaro, il Valencia è molto più forte di Scafati, però gli spagnoli come la squadra di Sacripanti soffrono il tiro dalla lunga distanza. Questo perché molto spesso faticano a riorganizzarsi in difesa, coprendo troppo il pitturato e troppo poco l’area dei 6,75 metri. 

 

 

Ci vorrà il miglior Shengelia a trascinare la squadra

Oltre ai tiri da tre Bologna avrà bisogno del miglior Shengelia a trascinare la squadra. Diversamente sarà dura per le Vu Nere, che puntano ai playoff di Eurolega nonostante il calendario non benevolo. Dopo Valencia, infatti, ci saranno impegni per nulla semplici, contro l’Olympiacos e il Real Madrid. Capoclassifica di Eurolega, gli spagnoli sono una squadra quasi perfetta, che non ha grossi punti deboli da sfruttare. Lo dicono i numeri: 4 sconfitte su 22 gare giocate. Il loro è un capolavoro sportivo, che fa del Real Madrid la favorita numero uno per la vittoria dell’Eurolega.

 

 

 

 

 

 

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Domani alle 14.30 assemblea della Lega Basket