(foto Fiba Europe)
(foto Fiba Europe)

La Virtus inizia a pensare al proprio futuro, e iniziano a circolare i primi nomi per la prossima stagione. 
Il Corriere di Bologna spiega che sono in scadenza i contratti di Lundberg, Mickey e Scariolo, poi c'è il rinnovo di Hackett a cifre più basse e la possibilità per Shengelia - che sarebbe ancora nel mirino del Panathinaikos - di uscire versando nelle casse societarie una ricca clausola. Questo potrebbe alleggerire il monte salari attuale di circa 6 milioni di euro, e quindi - anche se il budget della prossima stagione non è ancora noto - di margine di manovra sembra essercene parecchio.
 

Il primo nome è quello di Andrej Grazulis, che secondo il Corriere è "molto più che un'idea" e va considerato in arrivo per l'anno prossimo. Il 31enne lungo lettone - ben conosciuto da Banchi - quest'anno a Trento viaggia a 14.7 punti e 4.7 rimbalzi in campionato e 12.3 punti e 5.2 rimbalzi in Eurocup.
 

Altri nomi che piacciono - secondo il Corriere - sono quelli di Isaia Canaan (Olympiacos), Carsen Edwards (Bayern), Jaylen Hands (Peristeri prima, ora Palencia), Nicola Kalinic (Barcellona) e sotto canestro John Brown del Monaco e Josh Nebo del Maccabi.
 

Oggi "Black And White" alle 19 su Nettuno Bologna Uno
Lavoro a parte per Fantinelli, ancora in dubbio per Vigevano