Prosegue intensamente l’impegno del General Manager e Direttore Sportivo Danilo Francesconi. 

La Società Olimpia Basket Castel San Pietro Terme conferma la fiducia al General Manager e Direttore Sportivo Danilo Francesconi, pedina fondamentale ed imprescindibile nello scacchiere che, negli ultimi anni, ha guidato la prima squadra non solo alla promozione in serie B Interregionale e al successivo mantenimento della categoria, bensì anche ad un consolidamento strutturale nei rapporti con gli sponsor e con gli addetti ai lavori.

Un apporto, quello di Francesconi, determinante anche per la costruzione di roster gradualmente sempre più competitivi e solidi, grazie ad una gestione competente e concreta che mira in maniera evidente alla crescita tecnica e umana dei giovani.

Comincia, dunque, la sua quinta stagione griffata Olimpia Castello, dopo un’esperienza trentennale a livello dirigenziale in ambito sportivo, senza dimenticare l’enorme esperienza professionale in cui ha maturato “skills” di alto, altissimo livello.

 

 

Danilo Francesconi, innanzitutto, un tuo pensiero sulla nuova struttura societaria?

“Direi che si tratta di un passaggio molto, molto importante che testimonia la volontà di crescere dell’Olimpia Basket Castel San Pietro Terme che, tra l’altro, rappresenta pur sempre il più alto livello sportivo della città negli sport di squadra principali”.

 

E’ in avvio la 5^ stagione che affronterai come General Manager e direttore sportivo, un ruolo che ti pone al centro del progetto Olimpia Castello:

“Effettiva è la quarta stagione, perchè la prima non si è disputata per via della pandemia. Quando sono arrivato all’Olimpia Castello, insieme al presidente abbiamo deciso di cambiare il paradigma societario, puntando fortemente a investimenti mirati alla crescita dei giovani e a bilanci di gestione che dovevano chiudersi in pareggio. Cosa che è puntualmente avvenuta in questi anni. La scommessa di puntare soprattutto sui giovani l’abbiamo vinta e con grande soddisfazione due anni fa siamo stati inaspettatamente promossi in B Interregionale, mentre l’anno scorso abbiamo centrato la salvezza con largo anticipo. Forti della bontà e dei risultati di questo progetto anche quest’anno proseguiremo su questa linea, caratterizzando ancora maggiormente la “castellanità” della squadra: saranno infatti 4 i giocatori nel roster nati sotto il Cassero”.

 

E’ ancora prematuro parlare di nomi e di ufficialità che arriveranno a partire dalla prossima settimana: la base è composta dalla conferma di Capitan Zhytaryuk e dalla firma di coach Zappi. Qual è stata la strategia di mercato della Società?

“La scelta di coach Mauro Zappi si sposa perfettamente con la “mission” societaria, perché si tratta di un allenatore giovane, preparato, con una grande esperienza nella gestione e crescita dei giovani. Terremo alcuni “senatori” e anche chi arriverà, sarà comunque funzionale al nostro progetto”.

 

Che obiettivi avrà l’Olimpia in stagione?

“Me la cavo velocemente: noi vogliamo crescere e migliorare sempre quindi dico (sottovoce) Playoff”.

 

Oggi "Euromario" su Radio Basket Italia
Olimpia Castello, confermato Jacopo Gianninoni