Il motivo per cui la Virtus femminile non è certa di giocare al PalaDozza - come dichiarato ieri sera dall'AD Luca Baraldi - è dovuto al rialzo dei prezzi. Secondo il Resto del Carlino infatti Palazzo d'Accursio ha triplicato i costi di affitto. Gli aumenti ci sono stati anche per la maschile, ma in quel caso sono supportati dal botteghino.

Per le ragazze, con la società che intende mantenere l'ingresso gratuito, si sta valutando Cento fino a novembre, per poi andare alla Unipol Arena dove le spese sarebbero comunque inferiori rispetto alle cifre richieste per Piazza Azzarita. Questo dopo le due partite in programma mercoledì e sabato, per le quali è troppo tardi per cambiare sede, e sempre che non si trovi un nuovo accordo tra Virtus e Comune, che ha da poco ricevuto la società per la vittoria della Supercoppa.

Oggi "Euromario", il martedì alle 18 su Radio Basket Italia
SERIE A BASKET 2023-24: FAVORITE, DATE, NEW ENTRY