Foto di Valentino Orsini/ Fortitudo Pallacanestro Bologna
Foto di Valentino Orsini/ Fortitudo Pallacanestro Bologna

Mentre la questione lunghi aspetta le decisioni di Freeman per capire se ce ne sarà bisogno di uno solo o di due, di stranieri nel ruolo (e poi andare a prendere almeno un italiano, per ora con la minuscola, come backup), altrove gira il domino di chi potrebbe arrivare nell'ampio settore degli esterni. La Fortitudo sappiamo avere già il trio Fantinelli-Bolpin-Aradori, al netto dei tempi di recupero di quest'ultimo, poi le cose andranno per forza rafforzate: si attende l'ok per Fabio Mian, in uscita da Trapani e forse pista meno calda, oggi, di quanto non lo fosse qualche giorno fa. Il giocatore convince e non convince, non c'è ancora un accordo economico e, insomma, come si suol dire: si vedrà. Dalla sua decisione passerà quella riguardante la conferma di Alessandro Panni, che in caso di niet del primo potrebbe restare, in alternativa dovrebbe trovare ostello a Cento. Dove hanno perso all'ultimo momento Federico Mussini, che ha preferito una ricca offerta da parte della neopromossa Avellino.

L'altro nome su cui lavorare è quello del ri-rientrante Gherardo Sabatini, che ha anche una offerta da parte dell'Urania Milano (dove intanto, al netto delle gag televisive su un suo ritorno in Virtus, firmerà Alessandro Gentile): un suo arrivo riproporrebbe una coppia, con Fantinelli, che si era già vista a Treviso un po' di anni fa e, in Fortitudo - senza grandi fortune - nell'interregno di Meo Sacchetti. 

Oggi "Euromario" su Radio Basket Italia
LBA Mercato, aggiornamento al 5 luglio