(Foto Valentino Orsini - Fortitudo Pallacanestro 103)
(Foto Valentino Orsini - Fortitudo Pallacanestro 103)

Soddisfazione collettiva, nelle dichiarazioni di questi giorni, e chiaro segnale che l'in cauda venenum di domenica non ha mozzato la serenità di un girone d'andata, benchè di sole 11 giornate (ah, la formula, la formula), dove tutto è andato alla meraviglia per 8 giornate prima di due stop quasi fisiologici. Fin troppa foga nel raccontare di cosa si potrebbe andare a prendere sul mercato, con Caja in tv a far presente che tutto sommato un play di ricambio per giubilare Giordano e lasciare Panni ai tiri ignoranti in guardia, ma nulla di concreto. D'altronde quel che funziona non va riparato, come si suol dire, o comunque non con la fretta di chi è in difficoltà e, si potrebbe aggiungere, senza bisogno di andare a far lavorare troppo dei bancomat che non saranno affaticati come in passato ma che nemmeno necessitano di sforzi non strettamente necessari.

Primo posto in classifica, avversarie dietro agguerrite e che prima o poi potrebbero anche raggiungere chi non era nato con l'idea di fare corsa singola fino al traguardo: sarà importante tenere leggeri i toni quando questo avverrà, dato che fino a prova contraria nessuno ha di recente alzato l'asticella delle aspettative e la promozione almeno quest'anno non è vista come un obiettivo da non dormirci la notte. Ok il tizianarivalesco sarà quel che sarà, ma con giudizio.

 

Attilio Caja - Foto Mauro Donati


 

Chiusi, quindi. Non bene, fin qui, con un ultimo posto in classifica in comproprietà (2-9) figlio soprattutto di grossi problemi in attacco (65 scarsi, il peggio del lotto), quasi che i 51 messi dentro all'andata al Paladozza fossero stati un segnale di quello che sarebbe stato. Vittorie solo contro Cento e Piacenza per la squadra di Giovanni Bassi, che ha pagato l'infortunio del bolognese Stefanini, fuori per quasi tutto il girone d'andata e timidamente rientrato domenica scorsa. Si aspettano segnali dall'esterno Tilghman (13, praticamente senza tiro da fuori) mentre qualcosa prova a darlo l'ex Virtus Ceron (10). Più opaco l'ex Fortitudo Dellosto, 5.6 di media.

Si gioca domenica, ore 18, diretta LNP Pass e Radio Nettuno Bologna Uno

.

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Eurolega, la Virtus femminile sconfitta in Francia