Seconda sconfitta in fila per la Virtus, che a Belgrado contro il Maccabi ha retto un tempo, il primo, dove ha giocato molto bene - arrivando anche a +9 - ma ha capitalizzato poco. Nel secondo i padroni di casa, continuando a imporre il ritmo altissimo a loro congeniale, hanno fatto il vuoto, mentre la Segafredo si è spenta poco a poco, tradita dalle percentuali al tiro, da troppe palle perse e dagli errori ai liberi.

Stanchezza

In generale, a parte un pazzesco Belinelli da 24 punti e 7/12 da tre ("il miglior tiratore che abbia mai visto", ha detto alla fine Wade Baldwin, MVP di serata) nei secondi 20' la squadra ha fatto fatica, e ha mostrato stanchezza, come si era visto anche a Reggio Emilia. Nulla che non sia comprensibile, viste le rotazioni ridotte con cui la Virtus va avanti da tempo - Mickey non è ancora tornato e Dobric sarà fuori ancora un po' - gli alti minutaggi dei "soliti noti" e il calendario ancora più compresso nel solito, dato che per la prima volta in stagione ci si è trovati ad affrontare la "double double week", ovvero due doppi turni consecutivi. "Non ci alleniamo, giochiamo e viaggiamo", ha sottolineato Banchi. 

La situazione è questa e bisogna stringere i denti in attesa di tempi migliori, che arriveranno dopo la fine del mese di gennaio. Intanto, la classifica resta eccellente e domani c'è un'altra occasione di far punti, su un altro campo difficile come quello di Istanbul

Domani l'Efes

Anadolu Efes - Virtus Segafredo Bologna si gioca domani alle 18.30, diretta Sky Sport, DAZN e Nettuno Bologna Uno.
 

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Eurolega, il calendario della ventunesima giornata