VALENCIA BASKET - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 79-71 (26-21, 37-47; 60-54)

Dopo una partita vissuta in altalena tra parziali e controparziali, la Virtus cade a Valencia, con discreto rammarico. Nel primo tempo i bianconeri avevano decisamente condotto le danze, arrivando a +10 a metà giocando benissimo e piazzando un secondo quarto da 26-11. Nel secondo tempo però Valencia è cresciuta in difesa (la migliore di Eurolega) e nonostante le assenze di Ojeleye e Claver è sembrata più fresca fisicamente rispetto ai bianconeri. 23-7 per i padroni di casa nel terzo quarto, e ultimo quarto in cui Valencia ha giocato meglio - o perlomeno meno peggio - perché la stanchezza si è fatta sentire da ambo le parti. Sono stati decisivi i 6 punti in fila di Brandon Davies, che hanno spaccato la partita, oltre alle 19 palle perse bianconere. 

La cronaca

La cronaca: il primo quarto è veloce, e a punteggio alto. Entrambe le squadre tirano molto bene da due. Bene Shengelia (6) e Lundberg (5), ma difesa bianconera da registrare: 26-21 Valencia al 10’.

Dopo essere finita a -7, la Segafredo reagisce: Lundberg piazza due triple in rapida successione, e Hackett firma il sorpasso (30-31). Poi è utilissimo Pajola, con tripla e due recuperi in fila. Il finale di tempo è di Marco Belinelli, con tripla e due gran difese. La Virtus chiude il tempo in totale inerzia, 37-47 con schiacciata finale di Dunston. 11 per Lundberg, con il 100% al tiro.

lundberg

Nel terzo quarto Valencia torna a -1 (49-50), difendendo molto meglio e sfruttando qualche errore di troppo dei bianconeri. Poi Inglis abbatte Pajola con una gomitata involontaria, che gli fa saltare un dente. Inevitabile fallo antisportivo, ma ora l’inerzia è dei padroni di casa: tripla Robertson e 54-52. Lundberg perde due brutti palloni, e Valencia allunga fino al +6 del 30’: 60-54

Ultimo quarto: Shengelia lotta senza esclusione di colpi con Pradilla, che sostanzialmente lo leva dalla partita mentre il punteggio si abbassa e la stanchezza inizia a farsi sentire. Hackett mette una gran tripla, Cacok due canestri pesanti tra cui quello del sorpasso (64-65). Si arriva a contatto fino alla fine, quindi. Negli ultimi tre minuti ci sono perse di qua e di là, poi Davies mette 4 punti in fila per il 69-66. Lundberg sbaglia, e Davies segna un gran canestro nonostante l’ottima difesa di Cacok. Sul -6 Belinelli mette una tripla incredibile, Jones sbaglia, ancora Belinelli ed errore. Ancora Jones che subisce il fallo: 2/2 e 73-69. Persa di Hackett, e finisce qui. Vince Valencia 79-71.

Tabellino

VALENCIA BASKET - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 79-71 (26-21, 37-47; 60-54)

Valencia: Puerto 3; Reuvers 0; Pradilla 4; Lopez-Arostegui 9; Jones 17; Ferrando NE; Inglis 4; Jovic 9; Toure 5; Hermannsson 4; Robertson 12; Davies 12. All. Mumbrù 

Bologna: Cordinier 7; Lundberg 13; Belinelli 11; Pajola 3; Smith NE; Dobric 2; Cacok 8; Shengelia 15; Hackett 7; Polonara 0; Dunston 5; Abass NE. All. Banchi

Questa sera "Vitamina Effe" su Nettuno Bologna Uno
Valencia Basket - Virtus Segafredo Bologna, le pagelle