Era importante iniziare bene, e la Virtus l’ha fatto. I bianconeri sono tornati da Scafati - campo non semplice - con i due punti in tasca, ed era questa la cosa principale. Una partita approcciata bene e con grande aggressività, dominata all’inizio (subito +15) e poi sostanzialmente sempre controllata, pur con qualche patema di troppo.

Ma negli unici due momenti di reale difficoltà, quando i padroni di casa erano tornati a -3, c’è sempre stata una reazione autoritaria che ha ricacciato indietro gli avversari. Questi, assieme alle prove solide di Shengelia, Hackett, Mickey - tra gli altri - sono i motivi per cui sorridere.

I problemi invece sono stati di due tipi: le tante palle perse (16) e i tanti rimbalzi offensivi concessi - ben 17 - che hanno tenuto in vita Scafati : i padroni di casa hanno tirato 70 volte dal campo, contro le 58 bianconere. Sono questi gli aspetti principali su cui Banchi dovrà lavorare, e in particolare quello dei rimbalzi offensivi concessi è stato un problema che ha perseguitato la Segafredo per tutta la scorsa stagione, arrivando a diventare strutturale. 

In vista - soprattutto - dell’Eurolega, quest’anno bisognerebbe evitarlo. Giovedì si inizia contro lo Zalgiris, e la Virtus dovrà subito cercare di fare punti.

 
“Salotto Bianconero”: la nuova puntata su Facebook e Youtube
SERIE A BASKET 2023-24: FAVORITE, DATE, NEW ENTRY